Tutto Su Una Vita Sana!

30 luglio - Giornata internazionale dell'amicizia

Il 30 luglio è la Giornata internazionale dell'amicizia, una data stabilita dall'ONU su richiesta del medico paraguaiano Ramón Artemio Bracho, fondatore della Crociata mondiale dell'amicizia intesa a diffondere la cultura della pace e l'importanza di una buona convivenza tra i popoli.

L'amicizia è il risultato del rispetto, dell'accettazione dell'altro con i propri valori e la propria cultura.

Questa è la data scelta per diffondere la "Cultura della pace e della non violenza", l'unico modo per vivere in pace sul pianeta Terra e, naturalmente, in qualsiasi altro posto che possa apparire lì.

Se è un giorno internazionale dovrebbe essere consacrato in tutti i paesi, ma in Brasile, in Uruguay e in Argentina si celebra il giorno dell'amicizia, o l'amico, che è la stessa cosa, 10 giorni prima, il 20 luglio. Perché? Non so perché vogliamo essere così diversi da quando quello che stiamo cercando è unire gli sforzi in modo che l'amicizia possa prosperare, sempre di più, tra tutti.

Quindi, anche se questa è una data in cui il Brasile non si integra, noi di Buru-NewsBrasil chiamiamo la celebrazione e, insieme, cantiamo quella bellissima, meravigliosa e indimenticabile canzone di Milton Nascimento e Fernando Brant, la canzone d'America. Ricorda cos'è?

Cerchiamo di cantare insieme, quindi, chi canta il suo mali soggezione, dice il detto popolare.

"L'amico è qualcosa da mantenere

Sotto le sette chiavi

Dentro il cuore

Così ha parlato la canzone che ho sentito in America

Ma chiunque pianse pianse

Quando vedi il tuo amico andarsene

Ma chiunque fosse rimasto, pensò volò

Con il suo canto che l'altro ricordava

E chiunque ha volato, nel

Con il ricordo che l'altro ha cantato

L'amico è qualcosa da mantenere

Sul lato sinistro del petto

Anche se il tempo e la distanza dicono "no"

Anche dimenticando la canzone

Ciò che conta è ascoltare

La voce che viene dal cuore

Per qualunque cosa venga, vieni che cosa può

Ogni giorno, amico, torno subito

Per trovarti

Ogni giorno, amico mio, ci incontreremo. "

Particolarmente adatto a te:

GLI AMICI SONO SCELTI CON L'AIUTO DEL DNA

LE RAGAZZE HUGGING: QUANDO GLI AMICI SOPRA LA MALATTIA

PAPA FRANCESCO: HO BISOGNO DI SPERANZA. PACE PER IL 2017

Raccomandato
Avistar Brasil è un incontro annuale di birdwatching, aperto al pubblico, con diverse conferenze, workshop e attività culturali ed educative che si svolgeranno il prossimo fine settimana a Butantan, a San Paolo . La registrazione è gratuita, ingresso per le visite anche . Ad Avistar Brasil quest'anno potrai registrare diversi uccelli, dai punti di osservazione, conoscere la conservazione dell'avifauna brasiliana e sviluppare un sano rapporto con la natura. D
Nove paesi hanno preso parte al sondaggio sul barometro della biodiversità , pubblicato il 25 marzo a Parigi dall'Unione per l'etica del bio-commercio (UEBT), e il Brasile è stato un punto culminante tra i partecipanti, dimostrando che i brasiliani sanno tutto sulla biodiversità . Circa 8, 7 mila persone sono state interrogate dalla ricerca nei paesi dell'Ecuador, del Messico, degli Stati Uniti, del Regno Unito, dei Paesi Bassi, della Francia, della Germania e dell'India, così come del Brasile. Pe
Per anni sono stati trattati come animali nello zoo da centinaia di turisti che amano il cosiddetto "safari umano" nelle isole Andamane, in India. Un orrore perpetrato contro la tribù Jarawa che potrebbe essere con i suoi giorni contati. Secondo Survival International, le autorità locali hanno annunciato l'imminente apertura di una nuova rotta marittima al largo delle isole.
Addio a Yoryanis Isabel Bernal Varela , leader della tribù Wiwa e attivista per i diritti delle donne indigene. La notizia arriva da José Gregorio Rodríguez, segretario dell'organizzazione Wiwa Golkuche . "Yoryanis Isabel Bernal Varela è stata un'attivista in tutti i casi riguardanti le tribù indigene Wiwa, stava combattendo per i diritti delle donne e ha sempre cercato il dialogo con la comunità fino a quando ha trovato soluzioni pacifiche", spiega Rodriguez. All&
Sebbene non sia stata considerata una psicopatologia dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, la Sindrome di Peter Pan è stata sempre più evidente e ha colpito sempre più uomini adulti e, in misura minore, donne. Descritto da Dan Kiley nel 1983, la sindrome di Peter Pan è stata riconosciuta dalla psicologia sin da allora, e una delle possibili cause potrebbe essere l'iperprotezione di genitori, madri e caregivers. Adu
In considerazione del fatto che i rifugiati sono persone costrette a lasciare i loro paesi , sia con la guerra, la povertà o la persecuzione, il modo migliore per affrontare il problema sarebbe quello di migliorare le condizioni di vita nei loro paesi di origine. che gran parte del conflitto è generato dai paesi che li ospitano.