Tutto Su Una Vita Sana!

Applicare e allungare i capelli: vedere cosa c'è dietro il megahair

Vi siete mai chiesti da dove vengono i capelli usati per lo stretching, le estensioni e gli appliques? In effetti, è molto difficile immaginare che dietro a questi bei capelli ci siano storie nascoste di povertà, inganno e, soprattutto, di tradizioni religiose.

Le star del Brasile, di Hollywood, del mondo che usa e vuoi usare anche i capelli umani per allungare i tuoi capelli e cambiare look, giusto? Anche se molti di questi capelli provengono dal mercato cinese, i capelli provenienti dall'India sono i più ambiti.

Il viaggio del megahair inizia con l'orgoglio delle donne nel mostrare capelli belli, forti, luminosi e lunghi con coloro che hanno scoperto che potrebbero trarne profitto inventando un business che produce una fortuna di oltre 250 milioni di dollari l'anno .

Donne che offrono i loro capelli a Vishnu

Con i loro capelli sciolti, vestiti colorati e pelli di henné, centinaia di donne (ma anche uomini) vengono ogni anno ai templi del Tamil Nadu e dell'Andhra Pradesh per adorare Vishnu, il dio responsabile del mantenimento dell'universo, e offrire a lui, i suoi capelli come un regalo .

Tutto ciò è certamente collegato alle diverse tradizioni indù . Secondo uno dei tanti, la divinità maschile, dopo aver subito un colpo di ascia nella testa, ha perso la maggior parte dei suoi capelli e l'angelo Nila Devi gli ha offerto alcuni dei suoi fili. L'atto fu così apprezzato che da quel momento, il mito dice che chiunque presenti i capelli a Vishnu riceve in cambio un miracolo o l'adempimento di un desiderio .

Secondo il documentario "Hair India", i pellegrini indù donano i capelli nel tentativo di purificarsi. Il protagonista è sempre Vishnu Tradizione dice che la divinità ha chiesto un prestito per pagare il suo matrimonio e che i fedeli dovrebbero contribuire a pagarlo, offrendogli i suoi capelli

Secondo un'altra tradizione, le donne depongono le loro teste dalla vanità, come Punari Aruna, 40 anni, che era stato accompagnato nel tempio da 25 parenti. "È la quinta volta che do i miei capelli, perché offrendoli a Dio, do il mio ego".

Fino ad allora non ci sarebbe alcun problema, la fede è la fede non è discussa, solo il rispetto. Tutte le persone dovrebbero rispettare culture, tradizioni, credenze, siano indù, musulmani, cattolici ... Ma qui inizia il lato oscuro della storia, che è quando questo sacrificio religioso si trasforma in un affare .

Dal sacrificio religioso agli affari mondiali

Ogni mese, i templi indù raccolgono tonnellate di capelli umani, perché ognuno, almeno una volta nella vita, si rivolge a Vishnu per chiedere qualcosa in cambio: che la figlia si sposi, che gli animali siano sani, che la piantagione cresca. Queste sono persone, il più delle volte, donne che vivono in estrema povertà.

Il più grande centro di raccolta al mondo è il tempio di Tirupati, dedicato alla reincarnazione del dio maschile, dove vengono tagliate più di 70 tonnellate di capelli ogni anno .

I capelli vengono tagliati in "luoghi di felicità" a Kalyankattan in 18 grandi sale dove più di 650 barbieri ricevono una miseria per radere completamente le teste delle persone di fila.

Una linea infinita di uomini, donne e molti bambini. Il taglio è fatto in modo semplice e chiaro: si entra con i capelli lunghi e si lascia con una testa completamente calva. Seduti sul pavimento, i barbieri prima tagliano le code con le forbici, poi usano il rasoio e infine lavano le loro teste per pulirsi con il sangue. I fedeli aspettano fino a cinque ore di fila, poi attendono la benedizione divina e hanno mostrato i loro sacrifici alla statua di Vishnu.

Quei capelli che una volta erano accatastati sul pavimento e poi bruciati subito dopo il taglio sono ora usati per creare i fili usati in appliques, parrucche e pennelli. Secondo un articolo di The Guardian, il desiderio occidentale di avere capelli lunghi e folti ha portato alla creazione di un business veramente crudele e senza scrupoli.

Pochi giorni dopo i tagli, tonnellate di capelli donati non a fini di lucro, solo per scopi religiosi, vengono portati al porto di Chennai e da lì, arrivano in Gran Bretagna, negli Stati Uniti e in Francia sotto forma di applique e megahair . E, naturalmente, i grandi profitti non vanno a coloro che hanno donato i loro capelli, spesso truffati sulla promessa che i soldi della vendita saranno utilizzati per beneficenza, per finanziare orfanotrofi e ospedali.

"Ad esempio, finanziamo l'educazione dei bambini attraverso la costruzione di scuole: ogni giorno vengono distribuiti ai poveri circa 30.000 pasti gratuiti", sostengono al tempio di Tirumala.

Ma la verità è che spesso i guadagni finiscono anche nelle tasche dei commercianti senza scrupoli.

Il lungo viaggio di capelli che si trasforma in applique

I capelli sono impilati in ceste e collocati in grandi reti di distribuzione, per essere successivamente venduti in aziende online che vendono capelli umani . Una tonnellata equivale alla donazione di capelli di circa 3.000 donne, e non vi è alcuna possibilità che questo mercato sarà in crisi perché, se non acquistati da aziende che producono appliques o parrucche, i capelli finiscono per riempire i materassi. I sacchi di iuta sono venduti a 200 o 400 euro al chilogrammo.

Una volta scoloriti, tinti e cuciti in piccoli fasci, la distribuzione mondiale di capelli umani inizia a prezzi che possono raggiungere i 2.000 euro per una testa piena.

In che modo questo problema può essere risolto?

A questo punto, la riflessione potrebbe iniziare con una semplice supposizione : dal momento che appliques, megahairs, stirate, o il nome che si vuole dare, sono ampiamente usati perché piace a molti, si potrebbe, anche a dispetto delle tradizioni, fornire un profitto per i proprietari dei capelli . Invece di ingannarli e sfruttarli in questo modo meschino, il marketing dei loro capelli potrebbe essere anche un business leale e solidale che aiuti le persone. Il consumatore, o la maggioranza di loro, sarebbe grato.

E per completare il tutto al momento, i capelli che vengono donati ai templi rappresentano solo il 20% dei peli totali dell'India e quindi il resto è temuto che derivi da violenza e intimidazione, specialmente tra i bambini. Quindi, per concludere il titolo di questo post: dietro le appliques ei megahair, si nasconde una triste storia di sfruttamento e povertà.

Particolarmente indicato per te:

COME FARE CRESCERE I CAPELLI VELOCI: SUGGERIMENTI E RIMEDI NATURALI

9 CIOCCOLATO MULTINAZIONALE CHE ESPLORA BAMBINI

LAVORO MINORILE: SAMSUNG NELLA LOTTA CONTRO L'ESPLORAZIONE IN CINA

Raccomandato
La partecipazione delle donne ai Giochi Olimpici di Rio 2016 è la più grande di tutti i tempi . Impara un po 'sulla storia della partecipazione femminile , che non è sempre stata permessa e non è ancora facilitata dalla vita. Le donne cominciarono a partecipare ai giochi olimpici solo dal 1900 - prima che la partecipazione femminile fosse vietata dall'inizio di questi giochi, nel 1896, ad Atene. Ne
Otteniamo un mazzo di fiori, bellissimo! E comincia a pensare: come farò a durare questi fiori più a lungo, giusto? Certo, c'è un fiore che dura più a lungo, da solo, e ha un fiore che dura poco, lo sappiamo. Diamo un'occhiata, in questo articolo qui, ad alcuni suggerimenti naturali per far durare i fiori più a lungo ? And
Sebbene l' amore sia un sentimento universale , ci sono spesso parole che lo esprimono in modo così profondo e peculiare, nelle diverse lingue del mondo, che questo sentimento diventa intraducibile . Alcune espressioni in lingue lontane da noi descrivono in una parola situazioni tipiche della passione per cui useremmo più di una parola o anche frasi intere per descriverle.
Sai qual è il livello di sicurezza dei prodotti di bellezza e di cura personale che applichi sulla pelle nella tua giornata? Con una serie di vantaggi dichiarati dall'industria, alcuni sono considerati elementi di base nella vita moderna, ma perché la loro composizione solleva tale controversia?
Sono passati 10 anni da quando l' Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato la Strategia globale sulla dieta e l'attività fisica e la salute, riconoscendo i rischi di una dieta malsana per la salute . Ovviamente, l' obesità è un fenomeno sempre più diffuso nei paesi occidentali e , secondo le maggiori organizzazioni mondiali, è tempo di fare qualcosa di concreto e radicale per combattere il problema . I da
Bambini e biciclette: dal 18 giugno a Parigi , condividere le biciclette è una realtà per tutti i bambini . A Ville Lumière, tutti, di tutte le età, possono noleggiare biciclette per guidare nella città leggera. Il progetto, denominato P'tit Vélib (estensione del Vélib, l'attuale sistema di condivisione di biciclette testato e approvato) raggiunge anche bambini di età compresa tra 2 e 8 anni, residenti (o meno) a Parigi. L'