Tutto Su Una Vita Sana!

Pita e il suo potere curativo

La pianta di piteira proviene dal Messico e dalle Indie Occidentali. In Brasile, la piteira, o pita, è una pianta considerata ornamentale, trovata in aree paesaggistiche, piazze, marciapiedi, orquidários, lungomare e giardini. Quello che molte persone non sanno è che questa pianta ha un grande potere curativo, essendo benefica per varie parti e organi del nostro corpo: occhi, pelle, fegato, reni, vescica, sangue, tra gli altri.

In questo contenuto saranno informate le proprietà di questa pianta e come usarla come un trattamento a base di erbe, senza sostituire la diagnosi e le cure mediche che, per caso, la persona sta facendo o ha bisogno di fare.

Utilizzato correttamente, la pita può essere un alleato per il trattamento di varie malattie.

indice

  1. Classificazione, nome scientifico, origine e altre denominazioni di pita
  2. Caratteristiche della pianta
  3. Usi di pita
  4. Proprietà e benefici del tè Piteira
  5. Ricette per rimedi casalinghi con pita
  6. Altre varianti e modalità di utilizzo del bocchino per il trattamento della salute:
  7. Effetti collaterali e controindicazioni di Pita
  8. Pita di dimensioni notevoli e potente nella guarigione

1. Classificazione, nome scientifico, origine e altre denominazioni di pita

Il nome scientifico della pita è Agave americana L.

La pita è di proprietà di:

  • al Regno: Plantaea
  • Ordine: Asparagalesa
  • Famiglia: Agavaceaeao
  • Genere: Agavea
  • Specie: Agaveamericana

botanica Sinonimi:

Agave complicicata Trel. ex Ochot., Agave felina Trel., Agave gracilispina Engelm. ex Trel., Agave melliflua Trel., Agave rasconensis Trel., Agave subzonata Trel., Agave zonata Trel. ex Bailey.

L'origine della parola agave deriva dal greco "agauos", che significa orgoglio.

Ci sono altre denominazioni per la pita, che sono popolari: caroatá-açu, gravatá-açu, piteira, pita, caroatá-açu, gravatá-açu, agave americana (Brasile); pite (Francia); agave (Italia); agave salvia, aloe americana, pianta americana del secolo, pianta del secolo, miracolo della natura e aloe a spillo; sisal (Spagna); acabara, alzabara, henequen, maguey, pita e pitera (castigliano), lu-sung-ma (Cina), rakaspattah (indù).

L'origine della pita proviene dalle zone selvagge del deserto dell'America centrale, e in particolare dal Messico.

La pita è cresciuta come pianta ornamentale nelle regioni tropicali e subtropicali in varie parti del mondo.

2. Caratteristiche dell'impianto

La piteira o pita ha le foglie lunghe, lanceolate e appuntite, di colore verde-blu che possono raggiungere 1, 75 m di lunghezza e 20 cm di larghezza, assottigliandosi sulle punte.

L'infiorescenza (set di fiori) ha la forma di un lampadario con fiori bianchi verdastri tubolari, che raggiungono fino a 3 metri di lunghezza, con rami orizzontali e si trova sopra un gambo (gambo) di 6 a 12 metri di altezza.

I fiori sono di colore giallo pallido e impollinati da farfalle e pipistrelli.

Nelle regioni tropicali la pita può fiorire dopo 10 o 15 anni e in luoghi con climi più freddi può richiedere fino a 50 anni per prosperare.

3. Usi di pita

La Pita può essere usata per vari scopi: cibo, bevande, rimedi erboristici, artigianato e ornamentazione. Per uso terapeutico e curativo utilizza foglie, linfa, fiori e radici della pita.

La pita contiene isoflavonoidi estrogeni, alcaloidi, cumarina e vitamine B1, B2, C, D e K e provitamina A, pertanto ha proprietà antisettiche, cicatrizzanti, antinfiammatorie e antibatteriche e può essere utilizzata esternamente come erba medicinale da trattare ustioni, lividi, piccoli tagli, ferite e irritazioni della pelle causate da punture di insetti.

In America centrale, il succo di pita è stato a lungo utilizzato nel trattamento delle ferite. Gli Aztechi e i Maya usavano il succo di pita come un impiastro per guarire le ferite.

Tradizionalmente, fin dall'antichità, la pita è stata usata internamente per curare ulcere, infiammazione dello stomaco, tubercolosi, ittero e altre malattie del fegato, sifilide, problemi mestruali, febbre alta, mal di denti, psoriasi, infiammazione degli occhi.

L'impiastro fatto da radice e foglie tratta e allevia il mal di denti.

Il succo della pita serve

  • per problemi digestivi e intestinali
  • e costipazione (stitichezza) e
  • impedendo la crescita di batteri nocivi nello stomaco e nell'intestino
  • Come cibo, puoi usare i gambi e le foglie dei fiori, prepararli e consumarli per brindare
  • Con i gambi dei fiori, si può fare il succo dolce
  • Le foglie della pita, sono usate per fare tappeti e carta

La pita contiene saponine, che gli conferiscono la proprietà di schiumare nell'acqua, quindi l'estratto delle foglie o delle radici funge da sapone grezzo, per questo le foglie o le radici vengono tagliate in piccoli pezzi e poi bollite in acqua per estrarre le saponine.

4. Proprietà e benefici del tè Piteira

  • Antisettico: pulisce e disinfetta la pelle
  • Depurativo del sangue: elimina le tossine nel sangue
  • Digestivo: protegge il sistema digestivo e migliora le sue funzioni
  • Diuretico: aumenta il volume di urina, contribuendo al corretto funzionamento del sistema urinario
  • Espettorante: elimina il muco dell'organismo
  • Emostatico: arresto dell'emorragia possibile
  • Fegato: protegge il fegato e aiuta a funzionare meglio
  • Lassativo: stimola le contrazioni intestinali, combattendo costipazione e stitichezza
  • Vulnerabile: guarigione delle ferite e altri problemi della pelle
  • Antiscorbútico: serve per il trattamento dello scorbuto, una malattia infiammatoria nella gengiva
  • Anti-sifilitico: ha effetto curativo sulla sifilide

Per preparare il tè alla pita, devi seguire la seguente procedura:

L'infuso del portasigari con le foglie, per preparare il tè.

  1. 30 g delle foglie essiccate sono posti in un litro di acqua bollente.
  2. Coprire il contenitore per 10 minuti.
  3. Cuocia e beva questo tè durante il giorno, fino al completamento.

5. Ricette per rimedi casalinghi con pita

Ci sono diversi modi per preparare il tè alla pita, eccone alcuni:

1. Infusione di polvere (estratta dalle foglie e radici disidratate) di questa pianta:

Aggiungi un cucchiaino di polvere in un bicchiere di acqua bollente. Coprire il becher per 10 minuti. Successivamente, puoi usarlo esternamente per i seguenti casi:

Anemia, blefarite, sifilide, catarro bronchiale, lebbra, ferite, fegato, emorragia, ittero, gonfiore delle gambe, intestino (infiammazione), irritazioni cutanee, lavaggi oculari (irritazioni, infiammazioni), macchie bluastre, perdita di capelli, reni, seborrea, tosse.

2. Decotto o infusione

Utilizzare 1 cucchiaio di foglie verdi (2 g) o essiccate (4 g) per ogni tazza d'acqua. Assumere 3 volte al giorno a intervalli inferiori alle 12 ore. Nell'uso interno agisce come infiammazione depurativa, epatica, digestiva e intestinale.

3. Pianta la polvere da foglie disidratate o foglie fresche con acqua

Usa 2 g (1 cucchiaio) di polvere di foglie in poca acqua o foglie fresche centrifugate con un po 'd'acqua Uso esterno in irritazioni cutanee, piaghe, edema degli arti inferiori, traumi ai testicoli e cordone spermatico lividi

4. Il decotto di 80 g di radici in 1 litro di acqua

È usato per lavare i capelli e trattare il cuoio capelluto che ha seborrea o perdita di capelli.

6. Altre variazioni e modalità di utilizzo del portasigarette per il trattamento della salute:

  • Succo di radici, come antisitico
  • Foglie infuse come tè o succo di frutta per problemi: epatico, digestivo, sifilide e lebbra
  • Succo fresco dalle foglie, come risolutivo (cessa infiammazioni), per irritazioni della pelle, ferite e gonfiori delle gambe e macchie blu
  • L'infusione di 30 g di foglie disidratate in un litro di acqua bollente consumata in piccole ciotole durante il giorno è usata per trattare l'infiammazione nell'intestino
  • Infusione di 25 g di foglie secche in mezzo litro d'acqua, per fare impacchi caldi con garza per trattare irritazioni e infiammazioni agli occhi
  • Infondere 50 g di rizomi (radici) e foglie in un litro di acqua bollente, lasciare riposare per 25 minuti, bere tre piccole tazze di quel tè al giorno, per il trattamento della sifilide
  • Decotto di 80 g di rizomi e foglie in un litro d'acqua, per dieci minuti, utile per lavare i capelli, per eliminare la seborrea
  • Macerazione di 50 g di foglie in un litro di acqua per un giorno dopo, lavare i capelli, per trattare la caduta dei capelli
  • Polvere di agave: essiccare (disidratare) le foglie e ridurle in polvere in un pestello, prendere un cucchiaio al giorno, diluito in poca acqua con un po 'di zucchero demerara, è benefico per il fegato, i reni, il trattamento dell'ittero e anemia.

7. Effetti collaterali e controindicazioni di Pita

L'uso abusivo e inappropriato della pita può innescare disordini e disordini organici, nonché reazioni allergiche.

Incinta, si consiglia di consultare il medico, prima del consumo di questa pianta.

Controindicato per neonati e persone allergiche ai principi attivi della pianta.

8. Pita di dimensioni e potente nella guarigione

La pita, oltre alla sua esuberanza e portamento, riunisce proprietà che i popoli delle civiltà azteche e maya già conoscevano e studiosi della farmacopea naturale hanno scoperto e dimostrano con i loro studi il potere curativo di questa pianta per una serie di malattie .

Per approfittare del potenziale di questa pianta, basta usarlo! Per l'antico esoterico e mistico, la pita ha una forte energia protettiva.

Davvero, puoi dire che il portasigari è una pianta potente, in molti modi, non è vero?

Raccomandato
Con proprietà incredibili, che possono migliorare significativamente l'immunità del corpo , l'olio di cocco può essere il sostituto ideale (e salutare) degli altri oli che usiamo quotidianamente. Ricco di sostanze nutritive che sono specializzate nel miglioramento della salute, l'olio di cocco è efficace nel prevenire una vasta gamma di malattie, specialmente quelle che scendono quando l'immunità è bassa. Impa
Negli ultimi anni, la Muay Thai ha guadagnato sempre più fan in Brasile, perché alcune celebrità hanno usato e usato questo sport per perdere grasso corporeo più velocemente. Famosi come Fernanda Souza, Sabrina Sato, Fernanda Paes Leme, Carolina Dieckmann, Angelica e Grazi Massafera sono esperti in muay thai per garantire corpi più definiti e trasformati. Un
Aphtha è un problema molto comune, che può verificarsi sporadicamente o ripetutamente, in pochi giorni. In quest'ultimo caso, è importante determinare la causa che lo causa, che può variare da una carenza nutrizionale (in particolare vitamina B o ferro) a un'intolleranza alimentare, che può segnalare difficoltà nel tratto gastrointestinale. Ma a
Ha detto a Jurubeba che ricordiamo il fegato malato - ed è vero! Jurubeba è una pianta amara, epatoprotettiva, aperitiva e digestiva molto conosciuta e utilizzata in tutto il nostro territorio. COME FACCIA QUI JURUBEBA? Qui sto parlando della vera jurubeba, il Solanum paniculatum . È necessario avere attenzione con le piante di questa famiglia, le Solanacee perché, sebbene molti siano cibo e medicinali, molti sono anche velenosi, mortali (foglia di pomodoro, foglia di patata, trombe, tabacco, solo per nominarne alcuni più noti). Dat
Sebbene l'estate sia una stagione piovosa in paesi tropicali, come il Brasile, nel nord-est del paese la pioggia è più comune in autunno e inverno. A causa delle forti piogge cadute nella regione metropolitana di Recife , quattro persone sono morte a causa di frane . A Olinda, due donne e un bambino di 7 anni sono stati sepolti all'interno della casa.
In molti stati del Brasile, murici non è molto conosciuto, ma per i benefici che ne derivano, vale la pena di saperne di più sul suo albero e sui suoi frutti e sulla prima occasione che deve assaporarne il gusto, godendo del bene che fa per la nostra salute. In questo contenuto, proveremo: Cos'è murici? L