Tutto Su Una Vita Sana!

1.284 nuovi pianeti scoperti dalla NASA

Una nuova scoperta è stata annunciata dalla NASA martedì (10): il Kepler Space Telescope ha scoperto 1.284 nuovi pianeti al di fuori del nostro sistema solare.

"Questo annuncio ha più che raddoppiato il numero di pianeti extrasolari scoperti dal telescopio Kepler. Questo ci fa sperare che da qualche parte là fuori, attorno a una stella molto simile alla nostra, potremmo alla fine scoprire un pianeta simile alla Terra ", spiega Ellen Stofan, capo scienziato della NASA.

L'osservatorio spaziale di Keplero, dal 2009, ha monitorato 150.000 stelle alla ricerca di corpi orbitanti. Funziona osservando un oscuramento della luce della stella, noto come "transito", ogni volta che un pianeta passa orbita di fronte ad esso.

La NASA ha riferito che "dei circa 5.000 pianeti trovati fino ad ora, ne sono stati verificati più di 3.200 e di cui 2325 sono stati scoperti da Kepler".

Circa 550 nuovi corpi scoperti possono essere simili alla Terra nel suo aspetto roccioso, in base alla loro dimensione. Ci sono ora 30 pianeti extrasolari con il potenziale di essere abitati.

"Nove di questi nuovi pianeti orbitanti orbitano intorno alle aree abitabili del loro sole, che è la distanza da una stella dove possono registrare temperature che consentono all'acqua di esistere in forma liquida", aggiunge Nasa.

Il direttore della divisione di astrofisica della NASA, Paulo Hertz, afferma che prima di questa scoperta non era noto se gli esopianeti fossero rari o meno. Con l'aiuto di Keplero, la comunità scientifica è stata in grado di scoprire che ci sono più pianeti che stelle nella galassia.

Leggi anche:

LO SCIENZIATO IDENTIFICA UNA POSSIBILE FAMIGLIA DI ASTEROIDI SU CERES PLANET-ANÃO

STUDIO PUBBLICA LA PROVA DI UN 9 ° PIANETA NEL SISTEMA SOLARE

fonti:

il tempo

Record giornaliero

Raccomandato
Il tuo smalto per unghie è tossico? Il New York Times ha appena svelato i risultati di un'indagine che ha coinvolto l'industria cosmetica, i saloni e i prodotti utilizzati dalle donne per il trucco, dallo smalto. Alcuni ingredienti utilizzati nei prodotti per unghie sono stati collegati a cancro, aborto, malattie polmonari e altre malattie.
Sappiamo tutti i mali che il fumo di sigaretta causa alla nostra salute. Ma molte persone non sono consapevoli del danno che le sigarette fanno all'ambiente. I cosiddetti mozziconi di sigarette impiegano circa 5 anni per decomporsi in natura . Pensando a questo problema, Indian Prasadam Industries ha creato il filtro Karma , un filtro per sigarette organico al 100%, realizzato con materiali biodegradabili e senza alcun tipo di chimica
Passiflora, Passiflora o Passiflora, il cui nome deriva dalla lingua Tupi, Mara Kuya, e significa "frutto mangiato nella scodella", è un rampicante spontaneo delle aree tropicali e subtropicali dell'America Latina. Ci sono diverse piante del genere Passiflora che vengono consumate dai popoli dell'America Latina.
Questo bambino è stato tenuto come un animale domestico in una gabbia di pollo e nutrito esclusivamente con latte condensato per tutto il suo primo anno di vita. Budi , un bambino orangutan è venuto vicino morendo al centro del salvataggio animale internazionale di Ketapang, in Indonesia . Malati e malnutriti, troppo deboli per muoversi, mangiare o persino sedersi, le sue membra deformate non si sono sviluppate correttamente.
La zuppa è buona sia in inverno che in estate . E fa caldo sia caldo che freddo ! Oggi insegneremo una ricetta per la zuppa di barbabietole . Oltre al sapore, questa zuppa ha un colore attraente, un basso contenuto calorico e un alto livello di antiossidanti e minerali . Scopri la ricetta! Ingredienti (4 porzioni) 500 g di barbabietola cotta succo di 2 arance 400 ml di acqua (l'acqua in cui è stata cotta la barbabietola può essere utilizzata) 2 yogurt greci (magri e non zuccherati) Pepe e sale a piacere Modalità di preparazione In un frullatore, disponi le bietole e il succo d'arancia e
Non è oggi che il consumo sfrenato di attrezzature, mobili e elettrodomestici ha causato preoccupazione nelle autorità governative di tutto il mondo. Il motivo è semplice: più consumi, più scarti, più velocemente, più danni all'ambiente e alla vita stessa attraverso le emissioni di carbonio. Tenen