Tutto Su Una Vita Sana!

Il 1 ° dicembre è la Giornata mondiale contro l'AIDS

Il programma congiunto delle Nazioni Unite sull'HIV / AIDS (UNAIDS) ha lanciato a novembre la sua campagna globale per mobilitare la società in occasione della Giornata mondiale contro l'AIDS, che si tiene ogni 1 ° dicembre. La campagna "La mia salute, la mia destra" di quest'anno cerca di esplorare le sfide che le persone di tutto il mondo devono affrontare nell'esercizio dei loro diritti alla salute e nella lotta al pregiudizio.

Secondo Michel Sidibé, direttore esecutivo di UNAIDS, "Tutte le persone, indipendentemente dall'età, dal genere, da dove vivono o da chi amano, hanno diritto alla salute. Non importa quali siano i tuoi bisogni di salute, tutti hanno bisogno di soluzioni sanitarie accessibili, convenienti, di buona qualità e non discriminatorie. "

Il diritto alla salute è sancito dal Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali del 1966, che include il diritto di tutti alla prevenzione e al trattamento della malattia, alle decisioni sulla propria salute e al trattamento con rispetto e dignità .

Ecco perché la campagna di quest'anno avverte che tutti noi abbiamo il diritto alla salute evidenziando l'importanza di porre fine alle disuguaglianze sanitarie.

I materiali prodotti per la campagna includono suggerimenti per tweet, poster e schede per i social network e una brochure con informazioni come messaggi chiave sul diritto alla salute.

In Brasile, numeri preoccupanti

Il numero di infezioni da HIV tra gli adulti è aumentato. Questa scoperta di Unaids è stata divulgata nel suo rapporto più recente sul Brasile, avvertendo che la prevenzione dell'AIDS deve essere urgentemente più efficace.

Il Brasile è stato un pioniere negli anni '90 nel fornire cure gratuite alle persone con HIV ed è quindi diventato un riferimento mondiale. A causa di questo accesso universale alla politica di trattamento, il paese ha visto un forte calo del tasso di mortalità legato all'AIDS a causa della copertura completa del trattamento antiretrovirale (ART) nei paesi a basso e medio reddito: oltre la metà (64%) dei brasiliani HIV-positivi ricevono ART, mentre la media globale nel 2015 era del 46%, secondo la rivista Veja.

Tuttavia, i dati di UNAIDS indicano un aumento del numero di casi di AIDS in Brasile. Le registrazioni del 2010 hanno indicato circa 43.000 nuovi casi di malattia, mentre nel 2015 il numero è salito a 44.000. Inoltre, il problema continua. Tra il 2010 e il 2015 anche la popolazione infetta è aumentata: da 700.000 a 830.000 persone - un aumento del 18%. Nel paese, circa 15 mila persone muoiono ogni anno a causa della malattia.

I giovani brasiliani sono i più infetti dal virus dell'HIV, una parte della popolazione che non era ancora nata quando il Brasile divenne un modello nella lotta contro l'AIDS. Altri casi di malattie sessualmente trasmissibili sono aumentati anche tra i più giovani, come la sifilide e la gonorrea.

Trattamento e prevenzione

La ricerca di UNAIDS rivela anche un altro problema: solo il 55% dei brasiliani infetti da HIV riceve un trattamento farmacologico adeguato. Un motivo in più per fare un avvertimento per la prevenzione dell'AIDS. I modi principali per combattere la malattia sono:

1) Usando il preservativo nel sesso - i sondaggi mostrano che meno del 40% dei nostri giovani usa il preservativo.

2) Avere una diagnosi precoce e un trattamento.

3) Tenere la società informata sul rischio di infezione da HIV e le sue conseguenze, in particolare i giovani.

L'AIDS può essere trasmesso attraverso il contatto di fluidi corporei infetti con il sangue di una persona sana attraverso rapporti sessuali non protetti, trasfusioni di sangue o condivisione di aghi e siringhe.

pregiudizio

Oltre ad avere la persona con infezione da HIV deve affrontare la malattia, ha anche bisogno di frenare il pregiudizio. Molti pazienti affetti da HIV vengono erroneamente chiamati "pazienti affetti da AIDS", "gruppi a rischio" e sentono che stanno "pagando" perché sono stati promiscui.

Molte persone che portano il virus prendono la vita normalmente quando sono sottoposte al trattamento corretto e devono essere rispettate come qualsiasi altra persona. Lo sapevate che il virus dell'HIV non rimane intrappolato nell'aria e non tocca né bacia né contatto con la persona infetta? Se non lo sapevi, devi scoprire l'AIDS e questa data è una buona opportunità per questo.

Tenersi informati è il modo migliore per evitare le malattie e combattere i pregiudizi.

Raccomandato
Piegato sul pavimento per bere l'acqua da una pozzanghera sul marciapiede. Un'immagine angosciante che sta trasformando il web in tutto il mondo: è un figlio della comunità indigena di Mbya in Argentina che, per dissetarsi, è costretto a bere acqua da terra. L'immagine proviene da Posadas, capitale della provincia di Misiones, in Argentina, dove un bambino stremato dal caldo, beve acqua dal marciapiede. L
Ottenere la sensazione di sazietà per raggiungere il cervello più velocemente è una cosa meravigliosa per chi vuole perdere quei chili in più! I cosiddetti neuroni "tanycytes" producono la sensazione di sazietà quando percepiscono la presenza di alcune molecole in alcuni alimenti. Questa è la scoperta che arriva dall'università di Warwick che, in una ricerca pubblicata sulla rivista Molecular Metabolism , identificava quei neuroni speciali, responsabili dell'appetito. Sosta
Bahserikowi'i è il nome del Centro di medicina indigena amazzonica che è stato inaugurato lo scorso 6 giugno. Questo è un luogo di cure mediche dove frequentano i pajés del popolo Tukano e Tuyuka , sotto il coordinamento di João Paulo Barreto Tukano , dottorato in antropologia dell'Università Federale di Amazonas (UFAM). Il c
Autismo? Dipende dai geni. Circa il 90% dei disturbi dello spettro autistico, infatti, dipenderebbe da fattori ereditari, mentre solo una piccola parte è attribuita a fattori esterni come l'esposizione agli inquinanti mentre si trova ancora nella pancia della madre. La dichiarazione proviene da uno studio di Sven Sandin della Icahn School of Medicine del Mount Sinai di New York, pubblicato sulla rivista scientifica JAMA, che pone il fattore ereditario come il principale responsabile dell'autismo.
Immagina un'applicazione mobile che colleghi persone che hanno un interesse comune a soluzioni sostenibili ai problemi urbani . Per questa rete di bene esiste già e viene condotta da specialisti dell'Università Federale di Rio de Janeiro e dalla Fondazione Getúlio Vargas. L'app " We App Heroes" mira a mettere in contatto persone che vivono nella stessa città per cercare soluzioni insieme per i problemi che li riguardano a livello locale. Co
L'idea di utilizzare mezzi alternativi per informare la popolazione non è qualcosa di nuovo. Anche da parte del potere pubblico. Ho anche avuto il mio primo contatto con lo statuto di Child and Adolescent (ECA), molto giovane, ancora negli anni '90, attraverso un fumetto sul tema che coinvolge il Monica Group, di Maurício de Sousa.