Tutto Su Una Vita Sana!

10 cose dovremmo dire di più

Una buona comunicazione è la chiave per rendere le nostre relazioni sincere, salutari, felici e durature. Quindi la lista qui sotto suggerisce 10 cose di cui dovremmo parlare più spesso, così da andare d'accordo anche con gli altri e con noi stessi.

1. Niente

A volte il meglio che possiamo fare è non dire niente . Di solito il silenzio tra due persone è considerato imbarazzante, ma in realtà un momento di calma può significare intimità e profondità nella relazione, specialmente nelle relazioni. E quando la volontà di parlare qualcosa rasenta la volontà di offendere, di dire alcune "verità", di ferire ... anche lì che il silenzio può essere trionfante . Pensaci!

2. Parla di sciocchezze

Prendi luce nella vita, parla di sciocchezze, sciocchezze, cose divertenti. Non abbiamo sempre bisogno di sapere tutto e di essere seri! Ora con Internet a portata di mano, per confermare quello che stiamo parlando abbiamo sempre il telefono per verificare che: "i numeri rivelano"; "Hai visto che ho ragione ?! ... cose noiose che possiamo scambiare per barzellette e ricordi divertenti della vita, ritratti in film, libri o anche vissuti da noi stessi. In questo modo una conversazione può anche essere leggera e farci bene.

3. Capisco quello che stai dicendo

Ogni testa è una frase : siamo fatti di differenze. Cercare di comprendere ciò che l'altro ha da dire o ciò che l'altra persona pensa della vita è molto più interessante che imporre il nostro punto di vista sui molti argomenti che circolano, cercando sempre di convincere qualcuno della nostra intelligenza. In effetti, per ratificare (o meno, rettificare, la nostra opinione) ascoltare ciò che gli altri hanno da dire è molto più utile. Il rispetto per i diversi punti di vista dovrebbe essere sempre alla base di una buona conversazione.

4. È colpa mia

Ammettere il senso di colpa per qualcosa di sbagliato non è un peccato, ma un atteggiamento nobile. Noioso è sempre cercare la colpa nei fattori esterni, questo e quello, quando assumere errori e fallimenti è mettere in un posto molto naturale: l'umano.

5. Voglio solo acqua

L'alcol nella nostra società è sempre stato sinonimo di socializzazione. Coloro che non amano bere passano il noioso su chiamata e almeno al momento del brindisi, sono costretti a prendere un sorso sotto la "pena di morte". "Voglio solo acqua" è una frase che si può dire quando qualcuno non è in grado di bere. Scegliere scelte sane non è un'affermazione pasticciata, è autenticità, che è molto encomiabile.

6. Mi è piaciuto molto! Grazie!

Grazie è una delizia che a volte dimentichiamo di usare. Dire che siamo grati, che amiamo un certo gesto, è una frase fondamentale, semplice, facile, sofisticata e che dice molto a nostro favore. Quindi perché non dirlo più spesso?

7. Credo in te

Proprio come la gratitudine deve essere stimolata, piccole chicche dovrebbero anche essere usate più spesso. Niente di più gentile e stimolante del dire "Io credo in te", cioè, che credi nella capacità, nella passione, nella forza di volontà che ognuno porta dentro.

8. Questo è per te

L' atto del dare può essere di forme e dimensioni diverse. I regali acquistati sono solo un modo. Passare a casa di un amico per farti fare una passeggiata è un altro, forse più interessante e utile di sempre comprato e che ci mette di fronte al problema che ci consuma: il capitalismo.

9. Questo ti rafforzerà

È vero: vivere è soffrire, soffrire è crescere, sofferenza rafforza e mille altre frasi del tipo. Non c'è modo: le brutte esperienze ci portano conoscenza, ma questa conoscenza e questa forza possono essere percepite solo nel tempo. Quindi se sei con qualcuno che sta vivendo delle difficoltà, ricorda di dire loro cose del genere. Lo sappiamo tutti, ma a volte dobbiamo ricordarcelo.

10. Ciao

Viviamo la fine della conversazione. Tutti praticamente camminano guardando il proprio ombelico, cioè per il loro cellulare. Che ne dici di cambiare il punto di vista e iniziare a distribuire "ois" in giro ? La garanzia è ricevere sorrisi felici in cambio di un gesto sempre più raro.

Leggi anche: "La morte della conversazione" nelle foto

Fonte della foto: freeimages.com

Raccomandato
L'agrobusiness è uno dei maggiori consumatori di acqua del paese. Il prezzo dell'uso dell'acqua indiscriminatamente, senza politiche di riutilizzo o di uso sostenibile, sta ora arrivando sotto forma di siccità profonde e una chiara minaccia di razionamento delle risorse idriche nella maggior parte del paese.
L'erisipela , nota anche come linfangite streptococcica , è un'infezione batterica della pelle , prodotta dai batteri Streptococcus pyogenes , che si diffonde attraverso i vasi linfatici fino a raggiungere il tessuto sottocutaneo e grasso. I suoi sintomi sono piuttosto scomodi, come l'infiammazione della pelle e la formazione di placche rosse dolorose.
Recentemente, Sophia Alckmin , figlia del governatore di São Paulo, Geraldo Alckmin, ha rivelato in un'intervista al tradizionale Carnevale di Vogue che tra le sue cure per salvare l'acqua e affrontare la crisi idrica sono ... non lavarsi i capelli con frequenza L'abitudine di non lavarsi i capelli con l'acqua ogni giorno è già una pratica in molte celebrità internazionali come l'attrice premio Oscar Gwyneth Paltrow e l'idolo di Twilight Robert Pattinson. Ne
L'inquinamento è ovunque , non siamo nemmeno al sicuro in ufficio, al contrario, sembra che sul posto di lavoro l'aria all'interno sia anche peggio dell'aria esterna. La dichiarazione è tratta da uno studio europeo, l'Office Air Project, che ha misurato il livello di inquinamento all'interno di 200 uffici in 8 paesi (Italia, Francia, Finlandia, Paesi Bassi, Ungheria, Grecia, Spagna e Portogallo) raggiungendo l'amara conclusione che la quantità di sostanze pericolose negli uffici è superiore alle sostanze presenti al di fuori di esse. &q
Il 10% della popolazione più ricca del mondo produce circa la metà di tutte le emissioni di combustibili fossili che causano il riscaldamento globale. Già, la metà più povera della popolazione mondiale - 3, 5 miliardi di persone - rappresenta solo il 10% delle emissioni di carbonio , sebbene sia maggiormente minacciata da tempeste, siccità e altri eventi climatici catastrofici legati ai cambiamenti climatici. Ques
Domani, lunedì 30 novembre, Parigi sarà il palcoscenico su cui i leader mondiali mostreranno le loro motivazioni per cui dovrebbero assolutamente raggiungere un accordo globale sui cambiamenti climatici . Fino all'11 dicembre, nella capitale francese ospiterà la COP21 . Il nostro più grande rappresentante, la Presidente Dilma Rousseff, è arrivata ieri nella Città della Luce, entrando dalle porte posteriori dell'hotel Le Bristol, evitando i giornalisti che l'aspettavano nella hall per ricevere almeno un cenno del più eccellente. Ma co