Tutto Su Una Vita Sana!

10 specie di pesce rappresentano il 24% della pesca mondiale

Mai prima d'ora il consumo di pesce è stato così grande e dipende dalla produzione di pesce come lo è oggi, specialmente per molti membri più poveri della nostra comunità globale. Ogni anno il consumo di proteine ​​del pesce è aumentato nella popolazione mondiale, ma la produzione e la pesca non hanno accompagnato questo aumento del consumo . Secondo uno studio della FAO, l'inadeguata gestione degli stock, l'eccessivo sfruttamento di alcune specie, i rifiuti, i cambiamenti climatici, tra l'altro, hanno messo a rischio l'industria della pesca.

Nel consumo mondiale di proteine, la pesca è responsabile del 17% e in alcuni paesi è responsabile fino al 70%. Tuttavia, in Brasile, il suo consumo è ancora basso, anche se negli ultimi anni è aumentato a 11, 17 kg per abitante all'anno, ancora inferiore al minimo raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità, che è di 12 kg per abitante all'anno (dati della FAO).

Ma la crescita del consumo globale non è stata eguagliata dall'industria della pesca e alternative come l' aumento della diversità del consumo di specie ittiche, lo sviluppo di tecnologie per la produzione di altre specie da parte dell'acquacoltura e la gestione dell'inventario può aiutare a minimizzare gli impatti e aumentare la produzione ittica . La FAO suggerisce che lo sfruttamento della pesca cerca più diversità di specie e pratiche di allevamento, poiché solo dieci specie rappresentano il 24% circa della pesca mondiale, con la maggior parte degli stock che vengono sovrasfruttati o il suo limite .

Nonostante lo sfruttamento eccessivo, la FAO afferma che questa tendenza è diminuita negli ultimi anni. Inoltre, la domanda di prodotti ittici dovrebbe aumentare nei prossimi decenni, sia per ragioni socioeconomiche, sanitarie o religiose . Questa tendenza è stata osservata e attualmente quasi la metà della produzione ittica proviene già dall'acquacoltura . Sebbene abbia un impatto sulla produzione e sui mezzi di coltivazione, ancora in discussione, è un mezzo di produzione che cresce ogni anno . A tale riguardo, la FAO suggerisce di sviluppare nuovi mezzi di produzione per una più ampia varietà di specie ittiche, con l'intenzione di ridurre la pressione sugli stock naturali . Un esempio di produzione in crescita è l' allevamento del salmone, ampiamente consumato nel mondo e già dotato di una versione geneticamente modificata per aumentare la produzione e ridurre i costi, Frankenfish .

Leggi anche : Il consumo di salmone e l'ambiente

Il Brasile ha un grande potenziale per l'acquacoltura, le condizioni naturali, il clima favorevole e la sua matrice energetica. Questo potenziale è legato alla sua estensione costiera di oltre 8.000 chilometri, alla sua zona economica esclusiva (ZEE) di 3, 5 milioni di km2 e alla sua dimensione territoriale, che ha circa il 13% dell'acqua rinnovabile del pianeta . In relazione alle acque continentali, questo volume comprende aree artificialmente allagate dalla costruzione di dighe, contenute in bacini idrici di impianti idroelettrici, nonché aree particolari per la produzione in vivai scavati.

Attualmente 29 specie diverse sono state studiate per l'acquacoltura, tra cui 18 specie di pesci d'acqua dolce e quattro specie marine. Tutte queste specie sono rappresentative delle diverse regioni fisiogeografiche ed esprimono il potenziale e le sfide che devono affrontare il settore.

Leggi anche: alimenti che danneggiano il pianeta

Ciò che è chiaro è che possiamo fare la nostra parte, consumando una grande varietà di specie di pesci nel giorno, invece di mangiare sempre: salmone, pesce spada, tonno e sardine.

Fonte della foto: freeimages.com

Raccomandato
Pimenta è il nome che diamo ad alcune piante di uso culinario , che hanno aroma, sapore e, soprattutto, ardesia, una sensazione soggettiva che dipende dalla sensibilità individuale. Indipendentemente dalle ragioni scientifiche che giustificano l'uso dei peperoni - conservazione degli alimenti, produzione interna di calore, maggiore digeribilità, aumento dei succhi gastrici, ecc. -
Immagina di rilevare i cambiamenti nella tua pelle il prima possibile e di prendere i provvedimenti necessari per prevenire disturbi come il cancro e altri tipi di malattie della pelle? Immagina ora che lo strumento in grado di farlo sia un'applicazione alla portata del tuo smartphone? Bene, questo è SkinVision , un'applicazione in grado di valutare qualsiasi cambiamento nella pelle , da una macchia solare all'aspetto di una pinta, e determinare il potenziale rischio di tali cambiamenti .
Chiunque abbia studiato una seconda lingua conosce l'importanza per l'apprendimento di insegnanti qualificati e materiali didattici adeguati. Immagina, quindi, di imparare un'altra lingua scollegata dalla cultura, dalla storia e dalle abitudini di un popolo? Questa difficoltà, riportata da Agência Brasil, è stata affrontata da molti bambini e giovani indigeni . S
Matrioska : con il suono di queste parole puoi identificare quelle bambole russe, una dentro l'altra, scolpite in legno e dipinte con motivi contadini e colori vibranti. Matrioska ha il suono di "russo" ed è un nome che ricorda "madre" - ed è tutto. Cosa sono i Matrioska? Matrioska deriva da Matriona, un nome russo molto classico molto diffuso verso la fine del diciannovesimo secolo in cui le madri in generale (maika, mat = madre) e le matrone sono identificate.
Potresti anche non sospettarlo, ma le nostre case potrebbero essere piene di tossine che dovrebbero essere evitate a tutti i costi , specialmente se ci sono bambini in giro. Le tossine sono difficili da rilevare dal momento che più comunemente le informazioni sulla maggior parte dei prodotti sono irte di dettagli oscuri, oltre a dettagli spesso omessi.
Nuova economia delle materie plastiche . Questa notizia è buona, certo. Al World Economic Forum di Davos, in Svizzera, alcune delle più grandi aziende - Unilever, Proctor and Gamble, Coca-Cola, Danone e altri - si sono impegnate a riciclare fino al 70% del loro imballaggio in plastica. L'iniziativa, coordinata dalla Ellen Macarthur Foundation , è stata chiamata la New Plastics Economy , un processo che mira a gettare le basi per un'economia circolare , un nuovo concetto volto a un futuro più sostenibile da una minore estrazione di risorse naturali e da una generazione più bassa di rifiu