Tutto Su Una Vita Sana!

10 piante ornamentali - che fioriscono in primavera?

Le piante ornamentali sono quelle coltivate e mantenute, al chiuso o all'aperto, per la loro bellezza, forma, aroma e capacità di costituire, in un ambiente innaturale, uno spazio armonioso, piacevole all'osservazione. Sono piante selezionate dall'essere umano, non sono naturali, cioè non sono nate in natura.

L'uomo ha sempre cercato di portare parte della natura nel suo dominio. In questo entusiasmo, scelse specie che, a causa dei loro fiori, foglie o forma, fossero in grado di sopravvivere all'interno di case (più moderne, in ambienti di lavoro) e in giardini progettati.

Alcune delle piante ornamentali più usate al mondo sono fiori esuberanti, la cui origine è diversa ma, attraverso la selezione umana, oggi hanno cultivar adattate a tutti i tipi di clima.

Alcuni ci hanno seguito dall'inverno, come le ciliegie e i loro cugini - mandorla, mela, susina e altre rosacee, ed entrano in primavera in piena esuberanza di colore e aroma. Altri, invece, spuntano in primavera, esplodendo con la prima calura, e altri, più vicini all'estate.

1. Glicine o glicine

Il glicine è una bella pianta rampicante di origine orientale, adatta alle pergole, che rende facile vederne i riccioli fioriti, i cui fiori rosa, lilla e bianchi compaiono all'inizio della stagione primaverile, tra settembre e ottobre, e continua il caldo dell'estate. Qui in Brasile, il glicine perde le foglie in inverno, ma le recupera all'inizio della primavera . Poi avremo un bellissimo pergolato fiorito e verde, aromatico e preferito di api e altri impollinatori.

2. Camelia o gelsomino del Capo

I fiori di camelia, colori duraturi, aromatici e bellissimi, appaiono alla fine dell'inverno brasiliano, quando il rischio di gelo è scomparso. In alcune regioni con clima mite e stabile, la camelia può fiorire anche durante l'inverno e segna la sua fine. Ci sono le camelie bianche, le più famose, rosa, crema o rossa, alcune sono profondamente aromatiche, altre non hanno odore. Ma la sua bellezza è universale.

3. Azalea o azalea

Le azalee sono arbusti, di origine cinese, ampiamente utilizzati in Brasile nella divisione giardino, viale centrale e bordo di edifici, per i loro fiori in riccioli, colori brillanti che vanno dal magenta al bianco - alcuni possono avere riccioli bicolori.

Leggi anche qui : AZALEIA, UN SEMPLICE IMPIANTO PER CRESCERE E CARE!

AZALEIA - ALCUNI SUGGERIMENTI PER LA CRESCITA

4. Cherry

Il ciliegio, molto comune come albero di marciapiede in Europa, specialmente nei paesi più freddi, è spesso coltivato per la sua fioritura . Un esempio è la straordinaria fioritura dei ciliegi in Giappone, con fiori che sbocciano in bianco, rosa e salmone. In Brasile, il ciliegio non ha condizioni climatiche che gli permettano di completare il suo ciclo vitale a differenza delle altre sorelle rosacee - mela, susina, pera, mandorla - che fioriscono solo in regioni di altitudine dove le temperature si verificano in inverno che 0 ° C. Questo accade perché questi alberi hanno bisogno di una significativa scossa da freddo per essere in grado di generare fiori e frutti. Soprattutto il ciliegio richiede più di 1000 ore di freddo intenso (sotto i 7 ° C), che non si verifica nelle nostre terre.

5. albero di mandorle

Il mandorlo ( Prunus dulcis ) è una pianta della famiglia delle Rosacee, ampiamente utilizzata nei marciapiedi e nei giardini pubblici europei. Ha fiori bianchi e rosa che fioriscono all'inizio della primavera o in inverno, quando questo non è troppo freddo. In Brasile è fattibile in poche località, a causa del freddo che richiede per prosperare.

6. Biancospino o biancospino

Il genere Crataegus, al quale appartengono gli arbusti conosciuti in inglese come Biancospino, proviene dall'Europa settentrionale, dove cresce abbondantemente in terreni poveri, in pendenza e con massima insolazione. Sono anche usati come recinti vivi, separando terreni agricoli perché le loro spine rendono difficile spostare gli animali da un lato all'altro della siepe. I suoi fiori bianchi esplodono all'inizio della primavera . Questa è una pianta medicinale di uso molto vecchio, raccomandata per il mantenimento del ritmo cardiaco.

7. Magnolia

Le magnolie possono essere arbusti di piccole o medie dimensioni. Sono in parchi europei e asiatici, come piante favorite per il loro colore e l'abbondanza di fiori.

8. Rose

Le rose di tutti i tipi e dimensioni sono piante ornamentali da giardini o finestre o piante in vaso. Le rose hanno la loro principale fioritura durante la primavera. Alcuni sono medicinali, tutti sono esuberantemente aromatici, ad eccezione di quelli coltivati ​​in serra. Leggi qui anche sul rosa canina.

9. Primula

Primrose ha il suo nome derivato dal latino, primus, che indica la precocità della sua fioritura. Nei paesi europei, dove abbondano i fiori e le aiuole, i loro fiori compaiono poco dopo che la neve scompare, quando l'erba comincia ad apparire. È uno dei fiori che indica il giusto aumento di temperatura dopo il freddo inverno.

Leggi di OLEO DE PRÍMULA: 5 VANTAGGI, USI ED EFFETTI COLLATERALI

10. Forsizia

Questo è un genere botanico di piante da fiore, di origine asiatica, della famiglia delle Oleaceae. Qui in Brasile si trova solo nei progetti di architettura paesaggistica. Attualmente esiste un'enorme quantità di ibridi di forsizia, con colori diversi, ma i più comuni sono i fiori gialli brillanti, adatti a pergole e pergole. Tutti fioriscono all'inizio della primavera e alla fine dell'inverno, nei climi più freddi.

Questo è un piccolo esempio di piante ornamentali che potresti avere nel tuo giardino. Oggi, i progetti di architettura paesaggistica hanno un'infinità di altre specie, meno comuni ma ugualmente interessanti. Dai un'occhiata qui in questa lista.

Particolarmente adatto a te:

FIORI E FARFALLE - GIARDINO A PRUA E RISTRUTTURAZIONE

12 PROGRAMMI DI INGEGNERIA PER UTILIZZARE NEL TUO GIARDINO

COME FARE UN GIARDINO A CASA?

Raccomandato
Terrorismo contro religione . La morte di padre Jacques Hamel è stata ricordata da Papa Francesco durante la sua visita a Cracovia per la Giornata mondiale della gioventù. "Questa è una guerra ma non di religione, i fedeli vogliono la pace ". In tempi di terrorismo, l'umore si è intensificato: "Stiamo per lanciare una bomba a Raqqa in Siria. &q
Nel Distretto Federale, c'è stata un'iniziativa per aiutare i rifugiati che vivono nella regione e nelle città . I rifugiati provenienti da vari paesi hanno ricevuto 34 biciclette per aiutare nella loro mobilità attraverso gli spazi urbani. Le biciclette sono tutte utilizzate e sono state fissate per un progetto dell'ONG Rodas da Paz, in collaborazione con l'Istituto per la migrazione e i diritti umani (IMDH), una ONG che aiuta gli immigrati. R
Il dolore al collo (o il torcicollo così temuto) può avere diverse origini, ma il fastidio è lo stesso per tutti coloro che ne soffrono. Sia che si tratti del dolore al collo causato da una brutta notte di sonno, o anche di passare tutto il giorno storto e appoggiato di fronte al computer, la sofferenza potrebbe essere sufficiente per non avere il coraggio o la forza per eseguire i compiti più semplici. Og
Si stima che due persone su tre soffriranno di dolore al collo almeno una volta durante la loro vita . Nei casi acuti, disabilita l'esecuzione di attività semplici e ordinarie. Vedremo che nonostante il fastidio generato dal dolore al collo, è possibile eseguire semplici esercizi per alleviarlo efficacemente.
Alla fine degli anni '90, un film raccontava una storia sulla famiglia di un dottore che si trasferì in una città al suo interno e, misteriosamente, tutti i suoi pazienti cominciarono a morire, sollevando il sospetto che i responsabili di questo sterminio fossero il ragni che vivevano nella sua casa.
Il Mono-Carvoeiro ( Brachyteles arachnoides ), noto anche come South - Muriqui , è uno dei più grandi primati del continente americano ed è gravemente minacciato dalla pressione e dalla perdita dei suoi habitat naturali , foreste native dove è un disperdente attivo di semi La sua protezione è ora oggetto di un progetto del Gruppo Boticarios di protezione della natura con l'Istituto Lactec, della valle di Ribeira, nel Paraná, che mira a ridurre la vulnerabilità della specie. La pr