Tutto Su Una Vita Sana!

10 rimedi naturali per trattare i funghi vaginali

Anche se lo è È normale che alcuni batteri e funghi vivano all'interno e attorno alla vagina, alcuni di loro non dovrebbero esserci perché, se esagerati o squilibrati, causano infezioni vaginali. Alcune infezioni vaginali sono all'ordine del giorno, ad esempio, tre quarti delle donne possono avere mughetto, candidosi e vaginosi batterica in alcune fasi della loro vita.

Funghi, batteri e virus sono gli agenti che causano problemi vaginali e solo un ginecologo può fare la diagnosi corretta con analisi cliniche o di laboratorio.

Diamo un'occhiata a quale infezione del lievito vaginale è, quali sono i suoi sintomi e quali rimedi naturali possono aiutare a risolverlo.

INFEZIONE FUNGHI

L'infezione da lievito vaginale si verifica quando un fungo o un lievito, di solito Candida albicans, inizia a crescere troppo nella vagina.

In piccole quantità e in equilibrio con la flora vaginale, questo fungo non causa alcun problema di salute, ma alcuni fattori possono causare squilibri, causando la proliferazione del fungo. La vagina è calda e umida, è un ambiente favorevole a questa proliferazione di microrganismi.

L'uso di antibiotici, l'uso prolungato di biancheria intima bagnata, o di materiale sintetico che non consente alla regione di respirare, così come l'eccessivo consumo di dolci e carboidrati, sono alcuni dei fattori che favoriscono la proliferazione dei funghi. Un'altra cattiva abitudine che molte donne hanno, è quella di lavare e lasciare asciugare le mutandine nella stalla del bagno.

Candida albicans

Il più delle volte l'infezione vaginale è causata dal fungo Candida albicans, ma può accadere che la causa dell'infezione provenga da altri tipi di funghi, e questi di solito reagiscono male alle terapie convenzionali e richiedono trattamenti più aggressivi.

Sebbene non sia considerata una malattia sessualmente trasmissibile (malattia sessualmente trasmissibile), l'infezione vaginale del lievito può essere trasmessa sessualmente, specialmente nel contatto orale-vaginale.

Sintomi di infezione vaginale da funghi

I sintomi sono vari e talvolta molto sottili. Sensazione di umido, prurito, irritabilità, sensazione di bruciore quando si fa pipì o si scopa, e scarica bianca, spessa e inodore.

Il prurito se forte, può provocare fessure (lividi) che possono aprire la porta ad altre infezioni, causate da altri funghi che non sono candida.

Sono considerati infezioni ricorrenti quando si verificano quattro o più volte all'anno. E poi è importante tenerli d'occhio perché possono essere sintomi di diabete o altre malattie che riducono la difesa immunitaria.

trattamento

Il trattamento viene solitamente effettuato con unguenti vaginali, ma esistono rimedi casalinghi che possono trattare e alleviare i sintomi:

10 CASI RIMEDI PER IL TRATTAMENTO DEI FUNGHI VAGINALI

  1. Yogurt naturale
  2. Olio di cocco
  3. Olio dell'albero del tè
  4. Olio essenziale di origano
  5. Aceto di sidro di mele
  6. aglio
  7. Tè alla malva
  8. Tè alla camomilla
  9. Acido borico
  10. Aloe (Aloe vera)

1. Yogurt naturale

Lo yogurt contiene buoni batteri, chiamati lattobacilli, un probiotico e questo tipo di cibo è in grado di ripristinare l'equilibrio nella flora vaginale, regolando il pH della vagina e rendendolo meno acido o meno favorevole alla proliferazione dei funghi.

Lo yogurt può essere ingerito ma può anche essere passato e inserito nella vagina con l'aiuto di una siringa senza ago.

2. Olio di cocco

L'olio di cocco è già un piccolo pezzo di torta quando si tratta di cura personale. Può essere un forte alleato contro la candidosi in quanto contiene proprietà antifungine.

L'olio di cocco può essere applicato direttamente sulla zona interessata, ma assicurati che sia un olio puro e biologico.

3. Olio dell'albero del tè

L'olio di melaleuca è un olio essenziale usato per uccidere funghi, batteri e virus. Esperimenti presso l'Università di Hacettepe, in Turchia, hanno dimostrato che è efficace nel trattamento della candidosi comune e anche nei casi di infezioni resistenti ai trattamenti abituali.

Basta gocciolare un paio di gocce sulle mutandine dopo il bagno, o diluire l'olio nell'acqua e passarlo nella vagina.

4. Olio essenziale di origano

Come l'olio dell'albero del tè, l'olio di origano può essere usato gocciolando su mutandine o un assorbente. Contiene potenti proprietà antimicotiche che aiutano a fermare o rallentare lo sviluppo dei funghi.

5. Aceto di sidro di mele

Aceto di sidro di mele può essere utilizzato in un bagno con doccia. Dovresti diluirlo in acqua in una ciotola o in un bagno e sederti per 20 minuti. Questo alcalinizzerà la regione, rendendola meno favorevole alla proliferazione dei funghi. Aceto di sidro di mele aiuterà anche ad alleviare il prurito.

6. Aglio

L'aglio è uno dei più potenti antifungali naturali là fuori. Una miscela di poche gocce di olio di aglio con olio di cocco, diluito e passato direttamente nella zona interessata, curerà l'infezione e allevierà i sintomi. Oppure, puoi impastare alcuni spicchi d'aglio e mescolare in acqua, e utilizzare questa soluzione per lavare la vagina.

7. Tè alla malva

La malva è una pianta che ha proprietà antimicotiche e il suo tè può essere usato in un bagno sitz per alleviare i sintomi e combattere la proliferazione dei funghi. Basta fare l'infusione, filtrare e mettere in una ciotola per sedersi, oppure spostarsi sulla zona interessata con l'aiuto di un panno.

8. Camomilla

La camomilla è un tranquillante naturale, calma e sgonfia la zona, alleviando il prurito e la sensazione di bruciore.

Puoi fare il bagno da seduto, o anche usare la tua bustina di tè.

Fai un'infusione di camomilla in acqua calda, lasciandola riposare per circa 5 minuti. Attendere che il tè si raffreddi e posizionare la bustina nella vagina, premendola in modo che la sua acqua scorra nel canale vaginale, raggiungendo l'intera area interessata e alleviando i sintomi.

9. acido borico

L'acido borico è antisettico, usato nel trattamento della candidosi cronica o delle infezioni più resistenti. L'acido borico è una polvere bianca che viene incapsulata e posta all'interno della vagina, dove la capsula si rompe e versa l'acido.

Ma attenzione, l'acido borico è tossico, può causare ustioni alla pelle e non deve essere ingerito o utilizzato nelle ferite.

Se sei incinta, non usare mai acido borico!

10. Aloe (Aloe vera)

L'aloe vera ha proprietà in grado di inibire la proliferazione dei funghi. È anche anti-infiammatorio e antifungino, che può aiutare a controllare la candidosi vaginale.

Puoi prendere il succo di aloe vera, preparato con due cucchiai del gel estratto dalla foglia e un bicchiere d'acqua, oppure utilizzare il gel direttamente sulla zona interessata una volta al giorno fino alla scomparsa dei sintomi.

COME EVITARE I FUNGHI VAGINALI

Puoi prevenire le infezioni

  • evitando l'uso di indumenti stretti,
  • di mutandine in lycra (preferisco quelle di cotone che permettono la respirazione della pelle della zona intima).
  • Non utilizzare spray per deodoranti vaginali.
  • Non lasciare le mutandine (o altre mutande) asciutte in bagno.
  • Lavare la vagina solo con acqua o sapone neutro.
  • Mantenere una dieta equilibrata, senza zucchero in eccesso,
  • Bevi molta acqua.

Raccomandato
Quella bici è la modalità di trasporto più rispettosa dell'ambiente che conosciamo. La bici non emette CO2 e fa comunque bene alla salute di chi pedala. E se la bici potesse essere fatta di rifiuti per risolvere un altro problema ambientale urgente? Questo è quello che fa un'azienda brasiliana ! Mu
Lorena Reginato è una ragazza di 12 anni che vive a Jaú (SP), che ha creato un canale video per raccontare la sua storia sul trattamento di un tumore al cervello diagnosticato nel 2015 che ha compromesso il suo intervento e parte dei suoi movimenti. Il canale ha ricevuto numerose visite, condivisioni e messaggi di supporto e affetto in soli sette giorni di pubblicazioni.
Anche se i risultati potrebbero non essere una grande cosa per molti al mondo, molte persone stanno iniziando a svegliarsi con i tremendi benefici medicinali che la cannabis ha da offrire. Un recente studio dell'Istituto di Psichiatria Molecolare dell'Università di Bonn in Germania ha rilevato che l' attivazione del sistema di cannabinoidi nel cervello provoca il rilascio di antiossidanti che agiscono come un meccanismo di pulizia.
Ci sono alcune cose nella vita che non cambiano mai, come la passione che tutti noi abbiamo per i pony. È quasi impossibile trovare qualcuno che a un certo punto non si è lasciato catturare dalla passeggiata o dalla semplice esistenza di questi cavalli in miniatura così aggraziati che esistono in natura. E
Hai pensato di avere il tuo mandiocal nel cortile di casa? La manioca è facile da piantare, ma per raccogliere la manioca fresca ci vorrà del tempo. Tuttavia, quelli che attendono sempre raggiungono e puoi avere la tua manioca fresca, morbida, deliziosa, per fare quello che ti piace. La manioca, Manihot esculenta o utilissima, una pianta tuberosa che genera tuberi nelle radici della famiglia delle Euphorbiaceae, originaria del Brasile e che molto tempo fa si diffuse come coltura in America centrale.
Il tamarino leone d'oro è uno dei più grandi simboli del Brasile. Per tale stato e importanza nell'ambiente, niente più che l' animale è ricordato nell'evento principale dell'anno 2016, le Olimpiadi. Durante l' VIII Congresso brasiliano delle unità di conservazione , Russell Mittermeier, vicepresidente di Conservation International (CI), ha fatto appello agli oltre 1.200