Tutto Su Una Vita Sana!

11 anni dalla morte di Dorothy Stang: uccisa perché voleva salvare l'Amazzonia

Sono passati 11 anni dalla morte di Dorothy Stang, che ha passato la vita a combattere a fianco delle popolazioni native dell'Amazzonia brasiliana che difendevano le sue terre. Era una monaca missionaria di origine americana la cui presenza disturbava molti.

Il 12 febbraio 2005, è stata colpita sei volte da quando aveva 73 anni nella città di Anapu, nello stato di Pará. Arrivò in Brasile nel 1966 e la sua missione non era solo legata alla religione.

Di fatto, si unì ai movimenti sociali nati nello stato di Pará per frenare la deforestazione in Amazzonia . Dorothy era sempre al fianco dei nativi, dei contadini, dei contadini e degli indiani per difendere le loro terre, ed era un'assassina proprio per questo. Voleva difendere i poveri e allo stesso tempo salvare un territorio devastato giorno dopo giorno dalla deforestazione . Per il suo lavoro, Dorothy è stata definita " Il primo martire della creazione ".

Il suo impegno altruistico può essere riassunto con una frase : "Se oggi qualcosa di grave deve accadere, lascia che accada a me e non agli altri che hanno una famiglia".

Dorothy Stang sognava inizialmente di lavorare come sorella missionaria in Cina, ma dopo aver insegnato nelle scuole di Chicago e Phoenix negli Stati Uniti, è venuta in Brasile per lavorare con altre quattro suore per aiutare i piccoli agricoltori a costruire un futuro indipendente per le loro famiglie.

Anno dopo anno, l'impegno in Brasile è diventato sempre più rischioso per i missionari e le famiglie di piccoli proprietari. Il mondo stava scoprendo le ricchezze che la foresta pluviale amazzonica poteva offrire e gradualmente gli speculatori e i giganti dell'agroindustria cominciarono a sentire i proprietari terrieri chiamarsi il "polmone verde del pianeta".

La foresta pluviale amazzonica ospita il 50% delle specie vegetali del mondo e il 20% delle risorse di acqua dolce del pianeta, grazie ai suoi bacini idrografici. Dorothy Stang ha visto con i suoi occhi l'abbattimento di alberi, incendi e le atrocità degli speculatori rurali.

Il missionario ambientale ha incoraggiato le popolazioni locali a proteggere la foresta e ad affidarsi a tecniche agricole sostenibili . A causa della sua attività che era chiaramente contraria agli interessi dell'agrobusiness, fin dagli anni '90 Dorothy finì nella lista nera dei proprietari terrieri e divenne una persona da eliminare.

Ogni anno in Amazzonia, ambientalisti, agricoltori e difensori dei diritti umani muoiono vittime di omicidi premeditati per eliminare l'opposizione alla distruzione della foresta amazzonica, come sottolineato dalla Congregazione delle Suore di Nostra Signora di Namur, di cui Dorothy Stang era membro.

Dorothy Stang ha ripetutamente chiesto al governo di proteggere gli agricoltori familiari, ma non è mai stato ascoltato fino a quando, il 12 febbraio 2005, due uomini armati la trovarono lungo una strada rurale difficile da raggiungere, a 53 chilometri dal capoluogo della contea di Anapu.

Voleva solo creare una comunità autosufficiente e difendere la foresta. Oggi è un modello di lotta per la difesa dell'ambiente, la cui morte deve essere ricordata da tutti noi affinché la fiamma della speranza non si spenga mai.

Leggi anche:

MARTIRI DELLA FORESTA UCCISI IN DIFESA AMBIENTALE

Foto di origine: Ncr Online

Raccomandato
È stato presentato al mondo il 23, il Sora-e , il primo aereo elettrico con equipaggio in America Latina . L'aereo ha fatto un volo inaugurale di cinque minuti ed è stato un successo , entrando nella storia del Brasile e del Paraguay . Il modello è in grado di trasportare due persone, il pilota e il passeggero, e ha un'autonomia di volo di un'ora e mezza, con una velocità massima di 340 km / h. Il
Sull'Utrecht Rail (Chiado Editora, 2016) è un libro che racconta una storia piena di concetti ecologici , che dà risalto alla permacultura , e che trasmette un messaggio positivo su come dovremmo credere in noi stessi e cercare nuovi modi di essere nel vita. Raccontaci di una giovane donna portoghese, Carolina, che per motivi professionali si trasferisce dal suo paese nella città di Utrecht, nei Paesi Bassi, per alcuni mesi, la storia continua tra un anno e mostra un cambiamento radicale nella vita di questo giovane che è fortemente influenzato da un professore universitario, Nils, che ha u
Ti sei mai fermato a pensare a cosa ti rende quello che sei? La risposta, probabilmente, è sì. La stragrande maggioranza delle persone fa questa riflessione più e più volte. Chi non ha mai sentito quel paragone tra padre e figlio o madre e figlio, tratti di personalità che la gente considera come una sorta di "eredità". Molt
Il Brasile registra il più alto numero di omicidi nella storia nel 2016: 7 persone sono state uccise ogni ora nel paese. Secondo l'Annuario brasiliano di pubblica sicurezza, sono stati assassinati in Brasile nel 2016, per un totale di 61.619 persone, che rappresenta una quantità uguale alle vittime della bomba atomica di Hiroshima, in Giappone.
Ai brasiliani piacciono i cani, ma quello a cui piace avere cani a casa è il paranense! Lì a Paraná, il 60, 1% delle case ha almeno un cane . I gatti , gente povera, non hanno molto tempo con cuscino e bifinho poiché solo il 16, 4% delle case ammette di avere gatti. Con tutto questo amore da compagnia , è incredibile ma un altro fatto: non tutti questi animali sono stati vaccinati contro la rabbia negli ultimi 12 mesi. I d
Un nuovo studio approfondisce qualcosa che era già noto alla scienza . Fino ad allora si sapeva che le eruzioni dei vulcani erano "refrigeratori naturali" dell'atmosfera , a causa del diossido di zolfo espulso in grande quantità. Piccole particelle di acido solforico che si formano quando il gas si combina con l'ossigeno nello strato superiore dell'atmosfera possono rimanere per molti mesi, formando uno scudo che riflette la radiazione solare fuori dalla superficie terrestre e riducendo le temperature , con conseguente contribuisce a ridurre al minimo l'avanzamento del