Tutto Su Una Vita Sana!

L'aumento delle tossine nei molluschi mette a rischio la nostra vita, dice lo studio

Vi è una crescente evidenza che il riscaldamento globale, causato principalmente dall'attività umana, è dannoso per la vita nel suo insieme. Un recente studio pubblicato da Live Science ha dimostrato che il drammatico aumento delle temperature oceaniche sta influenzando irreversibilmente la vita marina alterando la tossicità dei molluschi. La tossina presente nei molluschi, a sua volta, può causare vari mali alla salute umana, inclusa la morte.

Lo studio mostra un aumento delle tossine nei molluschi

La ricerca pubblicata da Live Science si è concentrata sull'osservazione di dati che analizzavano l'acqua oceanica lungo la costa dell'Oregon per 20 anni, nonché i livelli di tossine presenti nelle vongole della regione. La conclusione è allarmante e può far sì che molti smettano di mangiare pesce decisamente.

Secondo lo studio, negli ultimi 5 anni si è verificato un notevole aumento della temperatura delle acque oceaniche e, di conseguenza, i livelli di acido domoico presenti nei molluschi. La tossina non appartiene ai molluschi, ma alle alghe che li producono quando le temperature aumentano. Così, l'acido domoico eliminato dalle alghe si accumula in molluschi, acciughe e sardine.

La preoccupazione sorge quando la tossina viene ingerita dal nostro corpo. Il rapporto sottolinea che quando viene a contatto con questa biotossina, il corpo umano può soffrire di disorientamento, letargia, diarrea, mal di stomaco, convulsioni e morte nei casi più estremi. Come riportato da L ive Science, il congelamento o la cottura dei crostacei non causa l'eliminazione dell'acido domoico, ovvero il consumo di molluschi con un alto livello di acido domoico deve essere completamente evitato.

Fino al 1987 l'acido domoico non era considerato una tossina a rischio perché i suoi livelli erano bassi e non poneva grandi pericoli per la salute. Lo scenario è cambiato e da quell'anno gli organismi responsabili hanno verificato i livelli di acido domoico presenti nei molluschi settimanalmente per monitorare la possibilità di consumo o meno. Quando i livelli sono alti, la collezione di molluschi è completamente sospesa.

Questo è esattamente quello che è successo sulla costa dello stato del Maine l'anno scorso. Secondo la Food Safety News, la raccolta di molluschi doveva essere interrotta in quella regione poiché i livelli di acido domoico erano estremamente alti, ponendo dei rischi per la salute di coloro che li ingerivano.

L'immagine attuale non è altro che una conseguenza del comportamento umano sfrenato. L'eccessivo inquinamento delle industrie e gli inquinanti emessi dalle automobili sono solo alcune delle ragioni del riscaldamento globale. Inoltre, le abitudini irresponsabili come i rifiuti sulle spiagge, i canali sotterranei e i fossati stanno aggravando le conseguenze che ora raccogliamo.

Per Matthew Hunter, professore e ricercatore presso l' Oregon State University, "il problema più grande è che le temperature degli oceani stanno cambiando, e questo ha il potenziale di causare sempre più alghe nocive ", dice. Così, con l'innalzarsi della temperatura, le alghe emetteranno sempre più acido domoico che attrarrà ostriche, molluschi, pesci e tutte le forme di vita che possono esistere negli oceani.

La soluzione? Oltre a interrompere immediatamente il consumo irresponsabile di pesce, dobbiamo cambiare le nostre abitudini. Se continuiamo a inquinare, sporcare e distruggere, non ci sarà molto che possiamo fare, perché le conseguenze stanno già arrivando. Tuttavia, se da questo momento facciamo la nostra parte, non c'è dubbio che possiamo invertire questo scenario catastrofico e salvare tutta la vita, compresa la nostra.

Quando preserviamo la natura, stiamo preservando le nostre vite. Il rispetto per l'ambiente è fondamentale per la vita perpetuare e tutti possono vivere in armonia. Cambiare le nostre abitudini è l'unico modo per evitare il riscaldamento globale e le sue conseguenze.

Particolarmente adatto a te:

EMISSIONE DI GAS METALLICI BOVINI NEL RISCALDAMENTO GLOBALE

GLOBAL WARMING: BRASILE OCCUPIA 36 ° POSIZIONE SULL'INDICE DEL RISCHIO CLIMATICO GLOBALE

L'AZIENDA TRASFORMA L'ACQUA DAL MARE IN POTABILE

Raccomandato
Recentemente, i media brasiliani hanno annunciato l'apertura di un negozio vegetariano nella catena di fast food più famosa del mondo, Mc Donald's in India . In realtà, l'apertura è avvenuta nel 2012, nella città santa di Amritsar , vicino al Tempio d'Oro, al centro delle visite di molti pellegrini aderenti all'induismo, una religione che proibisce il consumo di carne bovina . È
Rettili e anfibi sono in grave pericolo di estinzione . I tassi di estinzione sono aumentati nel tempo sotto l'influenza di fattori ambientali come l'inquinamento e il riscaldamento globale che alterano gli ecosistemi del nostro pianeta. Se i tassi di estinzione continuano ad aumentare ininterrottamente, centinaia di specie di questi animali potrebbero scomparire entro il prossimo secolo
I sostenitori della dieta vegana hanno un problema, e questo è un problema serio. È la vitamina B12, cobalamina o cianocobalamina, come è anche noto, che è "costituita esclusivamente da microrganismi che esistono solo negli alimenti di origine animale " - questa è l'informazione categoriale della rete Dr. Sch
Alla ricerca di macellai canadesi . In Nord America, pochi sono disposti ad accettare questo tipo di lavoro e, nonostante la crisi e la mancanza di lavoro in generale, le strutture di produzione di carne in Canada soffrono di carenza di manodopera . In molti casi vengono utilizzati lavoratori stranieri disposti a essere impiegati nei macelli
Ricordiamo sempre ai nostri lettori l'importanza dell'attività fisica per la salute del corpo e della mente. Tuttavia, come recita il detto popolare "tutto è troppo male". Secondo la nuova ricerca americana, fare più di 7 ore e mezza di sport o attività fisica a settimana può essere pericoloso per la salute. I r
Victoria Tauli-Corpuz, un'esperta indipendente delle Nazioni Unite, ha esortato il governo del Brasile "a garantire che i diritti umani dei popoli indios Guarani Kaiowá siano pienamente rispettati , in stretta conformità con gli standard internazionali che proteggono i diritti delle popolazioni indigene".