Tutto Su Una Vita Sana!

Enciclica sull'ambiente: i 5 comandamenti verdi di Papa Francesco

No all'inquinamento, alla spazzatura e alla cultura dei rifiuti . Attenzione anche agli OGM e alla vivisezione . L' enciclica di Papa Francesco è stata presentata ufficialmente : "Lode alla cura della casa comune" . Un impegno intensamente tanto atteso in tutto il mondo .

L' Enciclica invoca San Francesco d'Assisi : "Lode al mio Signore" nel Cantico della Terra, ci ricorda che la nostra casa comune è come una sorella, con la quale condividiamo l'esistenza, e come una bella mamma, che ci accoglie in le sue braccia.

"Il riferimento a San Francesco indica anche l'atteggiamento che sostiene l'intera Enciclica, quella della contemplazione della preghiera, e ci invita a considerare il" povero uomo di Assisi "come fonte di ispirazione . Come indicato nell'enciclica, San Francesco è il "Un esempio di cura per ciò che è fragile e con un'ecologia integrale, vissuto con gioia e autenticità ... Troviamo in esso la misura in cui la preoccupazione per la natura, la giustizia per i poveri, società e pace interiore "(n. 10), ha spiegato il direttore della Sala Stampa vaticana, padre Federico Lombardi.

È quindi una chiamata alla responsabilità, basata sul compito che Dio ha dato agli esseri umani "per creare e mantenere il giardino" . Il Papa chiede chiaramente un cambiamento radicale nel consumo del pianeta trovando il centro di "Lode alla domanda": "Che tipo di mondo vogliamo trasmettere a quelli che verranno dopo di noi, ai bambini che stanno crescendo?"

L' Enciclica è divisa in sei capitoli, la cui successione delinea un preciso percorso storico che porta l'attenzione del mondo sull'importanza di avere nel futuro il futuro del Pianeta Terra .

Chiedo urgentemente un rinnovato dialogo su come stiamo costruendo il futuro del pianeta.

Esiste una relazione intima tra i poveri e la fragilità del pianeta.

1. La crisi ambientale corrisponde alla crisi sociale

Per il Papa, i motivi per cui un luogo è inquinato richiedono un'analisi del funzionamento della società, della sua economia, del suo comportamento, dei suoi modi di comprendere la realtà. Data l'entità dei cambiamenti, non è più possibile trovare una risposta specifica e indipendente a ogni singola parte del problema.

È essenziale cercare soluzioni complete che considerino l'interazione tra i sistemi naturali, insieme ai sistemi sociali. "Esistono due crisi separate, una ambientale e una sociale, ma una crisi socio-ambientale unica e complessa: le linee guida per la soluzione richiedono un approccio globale per combattere la povertà, per ridare dignità agli esclusi e allo stesso tempo occuparsi di natura ", dice il testo.

2. No all'inquinamento, alla spazzatura e alla cultura dei rifiuti

La cultura dei rifiuti è dannosa per gli esseri umani esclusi, perché le cose si trasformano rapidamente in spazzatura. Papa Francesco spiega:

"Nota, ad esempio, che la maggior parte della carta prodotta viene gettata via e non riciclata. Difficilmente riconosciamo che il funzionamento degli ecosistemi naturali è esemplare: le piante sintetizzano i nutrienti che nutrono gli erbivori, e questi a loro volta nutrono i carnivori, che forniscono importanti quantità di rifiuti organici, che dà origine a una nuova generazione di piante. Al contrario, il sistema industriale, alla fine del ciclo di produzione e consumo, non ha sviluppato la capacità di assorbire e riutilizzare rifiuti e rifiuti. Non è ancora stato in grado di adottare un modello circolare di produzione per garantire risorse per tutte le generazioni future e, il che ci obbliga a limitare l'uso di risorse non rinnovabili, consumo moderato, riutilizzo e riciclaggio. Risolvere questo problema sarebbe un modo per contrastare la cultura dei rifiuti che sta danneggiando l'intero pianeta, ma vediamo che i progressi in questa direzione sono ancora molto limitati ".

3. Il cambiamento climatico dipende dall'uomo

Il punto di partenza è un ascolto spirituale dei migliori risultati scientifici oggi disponibili sull'ambiente, per essere profondamente toccati e fornire una base concreta per il percorso etico e spirituale che segue. "La scienza è lo strumento chiave attraverso il quale possiamo ascoltare il pianto della Terra: dal punto di vista dell'Enciclica - e della Chiesa - è sufficiente che l'attività umana sia uno dei fattori che spiegano i cambiamenti climatici, poiché si traduce in una grave responsabilità morale fare tutto il possibile per ridurre il nostro impatto ed evitare effetti negativi sull'ambiente e sui poveri.

"Il clima è un bene comune di tutti e per tutti, e a livello globale è un sistema complesso in relazione a molte condizioni essenziali per la vita umana." C'è un consenso scientifico molto significativo sul fatto che stiamo assistendo a un preoccupante riscaldamento del sistema L'umanità è chiamata a prendere coscienza della necessità di cambiare vita, produzione e consumo, per combattere questo riscaldamento o almeno le cause umane che lo producono o lo accentuano ", scrive il Papa.

4. Abbracciando il decadimento

"È tempo di accettare una certa diminuzione in alcune parti del mondo cercando risorse in modo da poter crescere in salute altrove. Sappiamo che il comportamento di coloro che consumano e distruggono sempre più è insostenibile, mentre altri non possono vivere in conformità con quindi, è tempo di accettare una certa diminuzione " , ha detto Bergoglio.

"Ciò che sta accadendo ci fa affrontare l'urgente necessità di una coraggiosa rivoluzione culturale : la scienza e la tecnologia non sono neutrali, ma possono implicare dall'inizio alla fine un diverso processo di intenzioni e possibilità, e possono essere Nessuno vuole tornare alla grotta, ma è essenziale ritardare la marcia per vedere la realtà in un altro modo, accogliere sviluppi positivi e sostenibili e allo stesso tempo recuperare i grandi valori e scopi distrutti dalla sfrenata megalomania ".

5. Attenzione agli OGM e alla vivisezione

Il Papa ha rilevato come in molte aree, a seguito dell'introduzione di organismi geneticamente modificati (OGM), piante o animali, una concentrazione di terreno produttivo sia stata trovata nelle mani di pochi a causa della "graduale scomparsa dei piccoli produttori, che di conseguenza hanno perso la loro terra coltivata e sono stati costretti ad abbandonare la produzione diretta ".

La diffusione di queste colture distrugge la complessa rete di ecosistemi, diminuisce la diversità della produzione e influenza il presente e il futuro delle economie regionali. In diversi paesi c'è una tendenza allo sviluppo degli oligopoli nella produzione di semi e altri prodotti necessari per la coltivazione, e la dipendenza si approfondisce quando si considera la produzione di semi sterili, che alla fine costringerebbe gli agricoltori a comprare dai produttori.

"Nella visione filosofica e teologica dell'essere umano e della creazione che ho cercato di suggerire, è evidente che la persona umana, con la sua peculiarità della ragione e della scienza, è un fattore esterno che deve essere completamente escluso. nei mondi vegetale e animale e usarli quando ne hanno bisogno per la loro vita, il Catechismo insegna che la sperimentazione animale è legittima solo se "rimane entro limiti ragionevoli e contribuisce a prendersi cura o salvare vite umane " continua il Papa, ricordando con fermezza che il potere umano ha dei limiti e che "è contrario alla dignità umana causare inutilmente sofferenza agli animali e smaltire indiscriminatamente le loro vite". Qualsiasi uso e sperimentazione animale "richiede il rispetto religioso per l'integrità della creazione " , afferma l'Enciclica.

Leggi l'enciclica completa qui

Raccomandato
La steatosi epatica , nota anche come fegato grasso o fegato grasso , è una condizione di salute che rappresenta un accumulo di grasso nelle cellule del fegato ed è collegata allo sviluppo di gravi malattie come la cirrosi e l'insufficienza epatica. Una dieta ricca di proteine ​​animali era associata ad un aumentato rischio di epatopatia non alcolica o ad un eccessivo accumulo di grasso nel fegato. Ques
Zucchine, verdure crude di anguria, cetriolo, melone e zucca, famiglia che ama l'acqua e il sole, suoli freschi e leggeri anche se, con un ricco contenuto di sostanza organica. Le zucchine erano già consumate e coltivate, al tempo degli egiziani e dei greci e portate dagli arabi nelle regioni del Mar Mediterraneo.
Oggi è il National Book Day , lo strumento di conoscenza più importante mai creato dall'uomo. Sì, al di là della tecnologia, il libro è ancora presente, più presente che mai, con una grande varietà e qualità di libri brasiliani , in diversi formati e colori che spiccano in America Latina. Chi af
In Tailandia , un tempio buddista nella città di Kanchanaburi , attrae turisti da tutto il mondo che fotografano e fanno selfie con le tigri , li nutrono e meditano anche in compagnia dei loro piccoli. Il tempio fu sospettato di sedare le tigri che vivevano in esso. Il successo del tempio si basava sempre sulla menzogna secondo cui le sue tigri erano state salvate dalla caccia e vissute e circolavano liberamente e in pace tra i monaci del tempio che partecipavano attivamente ai lavori di conservazione della specie.
I bambini con autismo hanno difficoltà a interagire con le persone , ma sembra che ci sia un grande strumento per aumentare la loro socievolezza : gli animali domestici ! Sebbene i cani siano noti da tempo per migliorare le abilità sociali dei bambini con autismo , Gretchen Carlisle dell'Università del Missouri ha scientificamente dimostrato che qualsiasi tipo di animale può effettivamente migliorare le abilità sociali di questi bambini . Per
Perfino Apple finalmente ha capito che il futuro dell'auto è anche elettrico . La novità si chiama Titan e potrebbe essere la prima auto elettrica con guida automatica di Apple. Sebbene non ci sia una conferma ufficiale, iCar può essere pronto entro dicembre 2020. Dovremo aspettare qualche anno prima di vedere l' auto elettrica di Apple , ma se i locali saranno confermati, il veicolo dovrebbe rivoluzionare il modo in cui usiamo un'automobile , evitando la produzione di emissioni inquinanti. I