Tutto Su Una Vita Sana!

Fine delle occupazioni a San Paolo: amara vittoria

Con la pubblicazione della revoca del decreto di riorganizzazione scolastica si alza una domanda: è la fine della discussione sulla riorganizzazione scolastica? Al contrario, c'è un aspro conflitto tra le parti coinvolte, che dovrebbe culminare in una difficile convivenza. Le vittorie e le sconfitte politiche sono importanti, ma diventano effimere nel corso del tempo.

La ragione è che i bisogni legati all'istruzione continuano a mancare un ampio dibattito e, a un certo punto, soluzioni di fatto. Ora gli studenti non possono essere semplici spettatori.

Gran parte della loro protesta contro la riorganizzazione era basata sul fatto di essere ascoltati. E devono essere, tuttavia, troveranno che l'udienza dello stato è per gli occhi: dovrebbero scrivere in modo logico e conciso le loro proposte in modo che possano avere il loro posto garantito ai tavoli negoziali. Sociologia, storia, filosofia e geografia li hanno risvegliati, ma anche l'educazione fisica fisica, matematica, la lingua portoghese, la biologia e la chimica sono importanti per la vita e dovrebbero anche essere dibattuti come un modo per comprendere la realtà concreta.

Gli studenti che sono stati mobilitati sono in procinto di liberare gli edifici in cui si trovavano, ma nel momento di tenere una parte delle loro coscienze occupate con la responsabilità che questo trionfo temporaneo li ha dati: hanno chiesto di avere una voce, e saranno accusati di questo, sia dal governo di Stato di San Paolo, sia dai sostenitori, sia da coloro che hanno visto le loro azioni fallire passivamente o sostenere le loro azioni. Questi giovani hanno superato la sospensione temporanea della riorganizzazione scolastica, una collezione permanente che è la migliore possibile .

Ma dopotutto, la cittadinanza richiede sacrifici: il prezzo della libertà è la vigilanza eterna, una volta disse un intellettuale americano. Questi giovani hanno chiesto il diritto di guardare. Speriamo che capiscano che l'abbandono di questa premessa sosterrà coloro che vogliono punirli.

La materia umana e l'arte ci risvegliano alla vita sociale e politica, ma la logica crea il modo in cui i sogni lasciano la sfera della supposizione e diventano mezzi di cambiamento e ricostruzione. La logica sociale deve essere un tonico dei negoziati, che sono appena iniziati .

Parlando di arte, c'è stata la cosiddetta rivolta culturale delle occupazioni in cui diversi artisti che curiosamente non hanno rilasciato dichiarazioni durante il momento più teso delle occupazioni, sia sostenendo o criticando gli eventi in corso: questo non deve essere dimenticato, né dagli studenti né dalla società di São Paulo e il paulista. Capisco che il partito arriva dopo la vittoria, ma la cittadinanza prende l'arte come un modo per comprendere il mondo e gli artisti devono essere più attivi nel futuro. O almeno meno omissione.

Per inciso, pensando a artisti e diplomatici, ricordo che un terapeuta francese una volta disse che senza alcuna libertà di critica, non c'era un sincero complimento . Mentre vedo molti lodare sinceramente il movimento degli studenti, sia per ragioni non così sincere, qui mi concedo certi aforismi critici agli studenti.

* Fai attenzione a non innamorarti dei complimenti. Fai attenzione a non innamorarti della situazione in cui ti trovi. Fai attenzione a non innamorarti dei discorsi che ti esaltano.
* Fai attenzione a non innamorarti dell'oblio.
* Fai attenzione a non innamorarti perdonando i tuoi errori usando quelli del tuo avversario come scusa. Fai attenzione a non innamorarti della vendetta senza necessità (la vendetta per necessità può essere chiamata Giustizia). In breve:

Attenti all'egocentrismo.

Credo che fosse un intellettuale fiorentino machiavellico per essere consapevole di questo pericolo.

E ora non dimentichiamo tutti che l' educazione è una bandiera generale, nazionale e globale . Non siamo soli in questo problema, che porta sollievo e sofferenza. La libertà non è dolce. È amaro come il boldo, ma rimedia ai mali di un paese che ha vissuto a lungo in dolce ignoranza.

NE: Testo di André Oliveira, insegnante di scuola superiore nello stato di San Paolo e Master in storia sociale di USP .

Leggi anche:

OCCUPAZIONE DELLE SCUOLE E GESTIONE PUBBLICA DEI CONFLITTI: UN ERRORE DI INTERPRETAZIONE

Fonte delle foto: The Badly Educated

Raccomandato
L'architetto e urbanista Léa Yamaguchi Dobbert, che si preoccupava di dimostrare l' importanza di impiantare spazi verdi nelle unità ospedaliere , trasformandoli in luoghi più piacevoli e meno stressanti, ha svolto una ricerca nel Programma Postgraduate (PPG) in Risorse forestali, di Università di agricoltura di Luiz de Queiroz (Esalq), USP, Piracicaba. Ne
Artisti di graffiti , donne con il velo , che coprono la testa, le spalle e talvolta fino ai loro volti, solo con gli occhi spalancati , si sono riuniti a Sit al-hita , un'organizzazione non governativa il cui scopo è pubblicizzare il lavoro delle donne arabe sui muri di le loro città . Arte urbana, l'inaspettato.
Per giorni ho affrontato questo argomento: la contaminazione delle popolazioni indigene con il mercurio . Un caso molto serio che i media investigano, il potere pubblico dice sì, dice no, infine, e non vengono prese misure veramente efficaci per risolvere una volta per tutte il problema. Di conseguenza, le popolazioni yanomami , già seriamente contaminate quarant'anni fa, iniziano a presentare il cancro e altre malattie in modo marcato.
Il berberis vulgaris è un biancospino nativo dell'Europa - noto anche come Uva-espim o biancospino-vignettatura - che era usato come ornamentale ma non lo era. Ha un uso medicinale nelle medicine popolari e nella fitoterapia e nella berberina, il suo principio attivo, che può essere assunto in capsule.
La fine dell'anno è arrivata ed è tempo di fare un viaggio rilassante, preferendo godersi l'ecoturismo e gli itinerari ambientali. Che ne dici di prendere alcuni consigli sulla sostenibilità nella tua borsa ? Con l'aiuto del Green Passport , abbiamo creato una piccola tabella di marcia per rendere il tuo viaggio più sostenibile . Pi
Una delle piante più famose è anche una delle più benefiche per la salute. La lumaca, utilizzata da molte generazioni, può essere un ottimo alleato per coloro che vogliono avere capelli belli, sani e forti. Il gel, presente all'interno della pianta, è un potente capillare e può avere mille e una utilità a seconda dello scopo dell'uso. Vuoi