Tutto Su Una Vita Sana!

Moda: l'industria che occupa il 2 ° posto nella classifica dei più inquinanti

Praticamente tutto ciò che viene prodotto ha un impatto ambientale . Dal cibo ai vestiti che compriamo, tutto richiede risorse naturali da produrre: acqua, suolo, energia. L'industria petrolifera è considerata il più grande cattivo dell'ambiente, ma un altro settore inquina così tanto che molte persone non riescono nemmeno a immaginare quanto.

L' industria della moda contribuisce notevolmente all'inquinamento ambientale. In effetti, è al secondo posto nella classifica delle industrie più inquinanti.

Secondo la BBC, il poliestere, ad esempio, è la fibra sintetica più utilizzata nell'industria tessile, spende 70 milioni di barili di petrolio da produrre e impiega circa 200 anni per decomporsi. La viscosa, un altro tipo di tessuto a base di cellulosa, causa il rovesciamento di 70 milioni di alberi all'anno .

Neppure il cotone è sicuro. Per la crescita della fibra vengono utilizzate sostanze tossiche come insetticidi e pesticidi che causano impatti nocivi sul suolo e sull'acqua. Ma i mali del cotone non si fermano qui. Per realizzare una maglietta vengono spesi solo 2.700 litri d'acqua.

I detergenti industriali, ad esempio, contribuiscono a inquinare mari e oceani, nonché fibre sintetiche derivate dalla plastica. Le microfibre di plastica hanno notevolmente aumentato l'inquinamento marino. Tanto che l'ecologista Mark Browne ha analizzato la presenza di microplastiche nelle spiagge di 18 luoghi nel mondo e ha rilevato che nell'85% dei materiali sintetici accumulati, c'erano le microfibre.

Consumo cosciente

Pertanto, è sempre più urgente che sappiamo come sono fatti i vestiti, le scarpe e gli accessori che arrivano belli e pronti per i negozi. La produzione di questi prodotti ha un costo ambientale e sociale molto alto . Poiché la moda è veloce, le tendenze cambiano in ogni momento, le persone sono sedotte dalle notizie e, in ogni stagione, si sentono in dovere di acquistare nuovi prodotti.

Si scopre che la moda non è usa e getta. È importante tenere presente che "less is more". Acquistare diversi pezzi a buon mercato pensando che stiamo sfruttando è un errore. Oltre al male per l'ambiente, facciamo anche male alla nostra tasca, dal momento che il prezzo è basso.

Acquista il meno possibile, ricicla, cambia, acquista usato, ma se devi comprare di nuovo, investi in parti che possono essere un po 'più costose ma che sono più resistenti e hanno una finitura migliore. Quindi non devi rinnovare l'armadio con pezzi economici ma non durano a lungo, non sono così buoni e fanno male a tutti noi.

Sono emerse molte iniziative ambientalmente responsabili per sensibilizzare le persone sui danni causati dalla moda. Ci sono aziende che si occupano di tessuti puliti e metodi di tintura, offrendo alternative più consapevoli.

Essere consapevoli del fatto che il consumo comporta molti danni ambientali. E siamo tutti responsabili per questo, da chi produce al consumatore finale.

Particolarmente adatto a te:

BLASTING: IN CINA I NOSTRI JEANS CONTINUANO A UCCIDERE

CONSIGLI CONSUMI CONSIGLI PER VOI PER RIPENSARE IL TUO GUARD-ABBIGLIAMENTO

ACQUISTA MENO E MODIFICA DI PIÙ: UN'APP PER CAMBIARE I VESTITI ANCHE DI ACQUISTARLI

Raccomandato
Che ne dici di imparare una ricetta diversa, facile e deliziosa per questo dolce di Natale ? Questa ricetta è la torta vivente di prestigio, che non va al forno. Il concetto di cibo vivo esalta il suo consumo in natura , perché, secondo gli studi, il processo di cottura distrugge una parte dei suoi nutrienti, a differenza degli alimenti viventi, che sono ricchi di minerali, enzimi e vitamine.
Chi non ha visto l'assurdità che è accaduta nella città di Manaus ? Di fronte a un condominio di lusso della capitale amazzonica sono stati trovati 200 parrocchetti morti . Giovedì mattina, 26, decine di parrocchetti sono stati trovati morti , presumibilmente avvelenati, su Efigênio Sales Avenue, vicino al condominio residenziale con lo stesso nome, nella zona Centro-Sud di Manaus. Il
Amsterdam ha un problema che molte città possono solo sognare di avere: la città ha molte biciclette e spazi ufficialmente finiti , per tenerli. Per fare ciò, la città ha appena annunciato un piano per scavare un garage sotterraneo con 7.000 posti, in modo che il veicolo ecologico continui la sua invasione della città. Sar
Il WFP (World Food Programme) è una ONG dedicata alla lotta contro la fame in tutto il mondo . Secondo i dati dell'organizzazione, ci sono 842 milioni di persone denutrite in tutto il mondo - 1/8 della popolazione mondiale . In Brasile , l'entità stima che il 6, 9% della popolazione (quasi 14 milioni di persone) sia denutrita.
Sono passati quattro anni da quando l'uso dei telefoni cellulari era stato bandito nella scuola francese di La Gautrais . Durante la pausa, gli studenti sono stati "costretti" a parlare, giocare, fare sport o leggere un libro. Nessuno guarda Facebook, Instagram, Snapchat o YouTube perché in questa scuola francese da qualche tempo, i telefoni sono stati banditi e pochi ti mancano.