Tutto Su Una Vita Sana!

Impronta di azoto: studio rivela impatti e colpevoli

Recentemente è stata sollevata una nuova discussione sull'impatto che possiamo avere sull'ambiente e, anche se sapevamo già dell'impronta di carbonio, poco è stato detto sull'impronta di azoto che è stata calcolata per la prima volta dai ricercatori e pubblicata nel rivista Nature Geoscience . Sebbene allarmanti, i risultati rivelano informazioni tempestive per le misure future che possono essere adottate dai governi.

Ai fini della differenziazione, l'azoto molecolare (o dinitrogeno) occupa circa l' 80% dell'atmosfera e difficilmente reagisce, tranne che per fulmini, all'azione dei batteri o, nel caso in cui la maggior parte preoccupa i ricercatori, i processi industriali. "Ci vuole molta energia per trasformare N² (azoto molecolare) in azoto reattivo", afferma Arunima Malik dell'Università di Sydney in Australia.

Gli impatti causati dall'azoto reattivo sono incalcolabili, e le morti dovute all'inquinamento atmosferico o addirittura all'acqua possono essere citate come esempio. Ma ciò che veramente preoccupa è che le emissioni di azoto reattivo nell'ambiente sono aumentate più di 10 volte nell'ultimo secolo e mezzo.

Uno dei dettagli che attira maggiormente l'attenzione nella pubblicazione è che c'è una grande disparità nell'emissione di azoto reattivo tra popolazioni sviluppate e in via di sviluppo. A questo proposito, è stato osservato che i paesi sviluppati tendono ad avere un'impronta di azoto doppia rispetto alla quantità che producono localmente, perché importano prodotti a rilascio di azoto di altri paesi. Per raggiungere i risultati, 188 paesi sono stati presi in considerazione per questa ricerca ed è stato principalmente considerato ciò che producono, che consuma e che cosa viene fabbricato.

Oltre ad essere un sottoprodotto della combustione di combustibili fossili, l'azoto reattivo è anche il risultato di fertilizzanti azotati . Tuttavia, la grande difficoltà nel considerare la soluzione dei problemi di emissione reattiva di azoto dalla concimazione dell'azoto è proprio a causa degli ottimi risultati che fornisce, dal momento che circa 2/5 della popolazione mondiale è alimentata grazie a questa tecnica.

Ovviamente sono state suggerite alcune misure, come la chiara identificazione sulla confezione di un prodotto da fertilizzante azotato al consumatore finale, quindi sarebbe possibile ottenere un prodotto con un'impronta di azoto chiara. Il vero problema, tuttavia, è il costo molto basso del fertilizzante azotato rispetto ad altre tecniche disponibili, "non vi è alcun incentivo economico per ridurre l'uso", afferma Arunima .

Nel complesso, si comprende che le misure più efficaci tendono ad essere economiche, perché se da un lato abbiamo la prevista mancanza di efficienza includendo un dato informativo nel prodotto da consumare, proprio perché si tratta della libera scelta del mercato, dall'altro c'è anche l'idea di una tassa sulla produzione di azoto reattivo, che in fin dei conti si occupa direttamente degli aspetti della produzione, rendendo il processo più costoso.

Fondamentalmente, sebbene vi sia la possibilità di controllare che ciò che viene consumato abbia un'impronta di azoto significativa, la tendenza è che il controllo degli stessi, al fine di evitare problemi futuri per l'ambiente, è in realtà studiato e proposto da convenzioni globali, come quelle di Clima e Ambiente.

Leggi anche: COSA PUOI FARE PER RIDURRE LE EMISSIONI DI CO2?

Copertina fotografica di origine: Shutterstock

Raccomandato
La Candida albicans è un lievito di molti che convivono nel nostro corpo. Ma in alcuni casi questo fungo normalmente innocuo può riprodursi troppo, cambiare forma e causare disagio significativo o addirittura diventare letale. Normalmente, la candida esiste innocentemente negli occhi, nella bocca, nell'intestino e nei genitali umani .
L' avvertimento sulla grande quantità di arsenico inorganico nei chicchi di riso coltivati ​​dall'irrigazione è in tutti i "media", sia qui che nel mondo globale in cui viviamo. È stupefacente sapere che tutto il riso per l'irrigazione può contenere arsenico inorganico nei suoi grani e che può causare seri problemi di salute. Ma è ve
Venerdì (20), il nuovo presidente degli Stati Uniti, Donand Trump, è entrato in carica. Come al solito in questo tipo di solennità, il presidente eletto di solito fa un discorso inaugurale. Quella di Trump ha lasciato molte persone preoccupate, tra cui gli ambientalisti . Tra gli annunci fatti da Trump nel suo primo discorso alla nazione e al mondo ci sono l' uscita degli Stati Uniti dall'accordo di libero scambio Transpacific Partnership (TPP) già nel suo primo giorno di governo e l'investigazione di " tutti gli abusi dei programmi di visti ", che hanno colpito il lavorat
La danza è l'espressione dell'anima di un popolo . Attraverso le loro danze folcloristiche, quelle che provengono da antenati, persone radicate nella terra, mettono i loro piedi guariti nel solco della piantagione e estendono le loro mani alle stelle. La danza è lodata dall'universo e qui parlerò di 3 danze brasiliane - ciranda, samba de roda e cocco - ognuna con la sua rappresentazione in suoni, bauli e gingados e con la rappresentazione dell'immaginario popolare che si appropria della sensazione più intima di un popolo in piedi sul pavimento. Si
Vieni a conoscere un'importante riserva indiana brasiliana: il parco indigeno di Xingu, creato nel 1961 dal presidente Jânio Quadros. Gli indiani sono nativi del Brasile, ma con i coloni europei, la vita di questo popolo non è mai stata la stessa. Hanno perso molto dello spazio in cui hanno vissuto, seguendo le loro tradizioni e la loro cultura.
È risaputo che il miele è un alimento pieno di benefici. Tuttavia, un problema dell'espansione delle città e l'uso di tecniche di semina improprie hanno causato la scomparsa delle api , che può mettere sotto controllo la nostra sicurezza alimentare. Per valorizzare questo oggetto e proteggerlo, in modo che non scompaia, mostreremo alcuni rimedi casalinghi che possono essere fatti con il miele . Se