Tutto Su Una Vita Sana!

Piccolo pesce nella lotta contro la dengue: il controllo biologico è efficace

Un rapporto della BBC in Brasile ha mostrato una buona alternativa per combattere la zanzara dengue, Aedes aegypti . La città di Itapetim, nell'entroterra di Pernambuco, che ha visto il suo tasso di infestazione da zanzare esplodere nell'aprile di quest'anno a causa del caldo, dell'acqua ferma e un calo degli investimenti nel combattimento Aedes, ha deciso di chiedere un " esercito naturale " la zanzara; pesce d'acqua dolce che misura da quattro a cinque centimetri.

Itapetim aveva il 13% delle sue residenze con focolai di zanzare, il più alto indice del paese. Ciò è accaduto perché, oltre alla mancanza di investimenti, la città soffre del caldo e della mancanza di pioggia, essendo stata senza acqua per quasi quattro anni sui suoi rubinetti, causando ai residenti di lasciare centinaia di casse d'acqua e altri contenitori per le strade e dentro le case in attesa che l'acqua soddisfi i loro bisogni primari.

Un vero "paradiso" per lo sviluppo della zanzara dengue, che trasmette anche la febbre chikungunya e il virus zika, probabilmente responsabile dell'esplosione di casi di microcefalia nel paese .

In che modo il piccolo pesce aiuta a combattere Aedes aegypti ?

foto: bqqo.com

Il nome del piccolissimo pesce è la piaba ( Astyanax bimaculatus ), e sono stati messi in azione grazie ad una ricerca su internet e anche a un'indicazione di un collega di Edinaldo Hollanda, agente sanitario di Funasa (National Health Foundation) e coordinatore di Combattere Endemie nel comune.

"Siamo andati online e abbiamo visto uno studio fatto a Rio Grande do Norte, un nostro collega che aveva già lavorato in un'altra città con questo metodo di piaba, dicendo che lì erano riusciti a controllare le zanzare. anche "

Abbiamo iniziato a mettere il piabas nel mese di aprile e abbiamo lavorato fino a luglio. A settembre, abbiamo notato che l'indice del nostro comune era sceso molto, all'1, 2%. Ora siamo al 2, 4%, in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Quasi nessuno ha creduto allo staff regionale (10a gestione regionale della salute, che supporta 12 comuni della zona). Ha dato così tanto risultato che fino ad oggi continuiamo a mettere il pesce nelle case . ", Completa Edinaldo.

I pesci venivano collocati in serbatoi aperti e chiusi, casse d'acqua e soprattutto cisterne, sparse in profusione nella regione nord-orientale negli ultimi anni, perché la zanzara preferiva le acque stagnanti e in luoghi bui a riprodurre, esattamente le condizioni delle cisterne. Con il pesce piccolo, le uova non hanno il tempo di schiudersi per diventare zanzara Aedes aegypti, perché le piabas si nutrono esattamente di quelle uova .

Il pesce come tecnica nella lotta contro la zanzara

La tecnica non è arrivata adesso . È stato studiato negli stati del nord-est fin dai primi anni del 2000, dimostrando diversi livelli di successo, e sebbene il Ministero della Sanità avesse avvertito del rischio di diarrea se i pesci fossero stati immessi nell'acqua potabile, non c'erano tali problemi .

"Abbiamo messo solo un piaba in ogni serbatoio fino a 200 litri. In cisterne più grandi, da tre a cinquemila litri, ne abbiamo messe circa cinque. Abbiamo monitorato le case per vedere se ci sono stati episodi di diarrea e non abbiamo avuto caso", dice Hollanda.

Il cloro presente nell'acqua proveniente dalle autobotti era un problema all'inizio del progetto, poiché quasi immediatamente uccideva il pesce nei serbatoi, costringendoli a essere costantemente sostituiti.

Per questo motivo, il municipio ha ordinato ai residenti di rimuovere il pesce quando riempiono i serbatoi e attendere fino a cinque ore per riaverli, poiché questo è il tempo necessario perché i livelli di cloro scendano abbastanza uccidili.

controversie

Nonostante il successo del controllo biologico, ci sono quelli che vedono il metodo con avvertimenti, come il biologo Unicamp Carlos Fernando Salgueiros, che afferma che "il controllo biologico non serve i vettori, per una zanzara che trasmette una malattia che causa la microcefalia. più serio, più rigido ed eliminare le popolazioni nei quartieri. Questo tipo di controllo serve solo a ridurre la popolazione "nemica" ad un valore accettabile. Ma un basso tasso di infestazione di Aedes aegypti mantiene ancora la trasmissione della malattia. il successo del metodo? " chiese.

Il dipartimento della salute della città scommette e intende investire più del progetto considerato di successo per essere riuscito a controllare lo scoppio della zanzara . Per la BBC, Iran Costa, segretario della salute di Pernambuco, ha affermato che c'è interesse a diffondere la tecnica in altre città dello stato.

Tuttavia, poiché si tratta di un problema difficile e molto serio da affrontare, si ritiene che il controllo biologico non possa sostituire l'uso di larvicidi nel 100%. Ma tutti sanno che l' uso dei larvicidi contribuisce alla resistenza delle larve e causa una crescente dipendenza da queste sostanze chimiche, che non è legale per l'ambiente né per la nostra salute. Se la tecnica di controllo biologico si è dimostrata efficace, perché non usare più questo strumento?

Un'altra città che scommette su questa alternativa naturale è Alfenas-MG, che usa i lepri selvatici ornamentali, conosciuti anche come barrigudos, per il controllo biologico della zanzara dengue nella città.

Leggi anche:

CONOSCETE I SINTOMI DI DENGUE, ZIKA, CHIKUNGUNYA E FLU

PROPAGAZIONE DI ZANZARA E DELL'AMBIENTE: PERCHÉ GLI AEDES HANNO DURATA DI COMBATTIMENTO?

Raccomandato
In questa domenica se il sole scende in spiaggia? Certo! Per chi ha la fortuna di vivere in una località balneare! Ma la data è anche un importante promemoria : prendiamoci cura delle nostre acque , manterremo tutto pulito e diffonderemo le belle azioni. Ecco come: Un sacco di persone vanno in spiaggia e si ritrovano il re o la regina, sia perché hanno un corpo scultoreo o perché hanno un bikini o tronchi di marca o altro. Po
Secondo il quotidiano El Pais , Guarani Kerexu dell'India è stato minacciato di morte dopo l'approvazione della PEC 215 in una commissione speciale del Congresso. Il villaggio di Itaty , situato a Morro dos Cavalos a Santa Catarina, è stato attaccato da 30 uomini che lo hanno invaso su un camion, due moto e 10 auto che minacciavano di uccidere il cacicco Kerexu.
Hai mai smesso di pensare che molte specie possano estinguersi perché vengono mangiate dall'uomo? È così naturale per noi mangiare la carne di alcune specie animali che non ce ne rendiamo conto. Si scopre che oltre 300 specie di mammiferi , come scimpanzé, ippopotami e pipistrelli, possono estinguersi perché vengono mangiate dagli umani. È m
La torta fatta in casa è la cosa migliore del mondo, sia per la colazione che per il tè: infatti, in qualsiasi momento, e anche per la gioia dei bambini, è uno spuntino salutare che, a casa, puoi scegliere la qualità degli ingredienti e non usare conservanti, aromi artificiali, ecc. Se ami la torta al limone, questa è una variante interessante. ing
Oggi prendiamo il giorno per parlare di animali che generalmente non vogliamo avere vicino a noi. Questa volta parliamo di acari , insetti invisibili ad occhio nudo (misurano circa 0, 3 mm). Gli acari appartengono alla famiglia degli Aracnidi e vivono soprattutto su tessuti , lana e piume . Calore e umidità sono i principali fattori riproduttivi e di crescita di questi insetti.
A meno di un mese dalla Coppa del Mondo 2014 - la competizione inizia il 12 giugno - e l'impressione che si ha è questa: meno tempo è rimasto, più risorse idriche nazionali scendono e si stanno esaurendo. Incredibile che ciò avvenga in un paese con la quantità di acqua dolce che il Brasile ha. A c