Tutto Su Una Vita Sana!

Pesca sostenibile: ridurre la morte e gli sprechi è la chiave!

Il Brasile e altri cinque paesi dell'America latina e dei Caraibi hanno firmato un progetto di gestione della pesca sostenibile insieme all'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura ( FAO ) e al Global Environment Facility (GEF). Questo progetto è specificamente rivolto alla fauna di accompagnamento nella pesca a strascico in America Latina e nei Caraibi e mira a una gestione sostenibile della pesca e alla riduzione dei rifiuti di raccolta dei gamberetti.

La pesca dei gamberetti avviene con reti da traino che danneggiano il fondo marino mentre lo ruotano, sollevano il fango, rimuovono tutto ciò che trovano e, d'altra parte, sono reti a maglie fini (la rete di raccolta dei gamberi è di 30 X 40 mm) e per ogni chilo di gamberetti raccolti, rimuovono dal mare altri 21 kg di altri animali, come evidenziato dallo studio Unesp sull'impatto ambientale della pesca dei gamberetti.

Uno degli obiettivi del progetto, secondo le Nazioni Unite, è quello di porre fine alle catture accessorie, cioè di un gran numero di specie marine che soccombono alla pesca a strascico e non hanno alcun valore commerciale, ma hanno un grande valore ambientale . Alcuni dei pesci catturati in questo modo vengono venduti nei mercati locali a prezzi bassi e un altro viene scartato in mare, già morto .

Questo piano intende anche incoraggiare buone riforme nelle politiche nazionali del settore della pesca, cercando di ridurre i rigetti di gamberetti a causa della bassa tecnologia di stoccaggio, nonché di mettere in atto alternative sostenibili che contribuiranno a ridurre lo spreco di pesce catturato a caso e restituito al mare.

Queste misure consentiranno di ottenere miglioramenti significativi nella vita delle comunità di pescatori e il rafforzamento delle loro organizzazioni.

Leggi anche: CONSUMO DI SALMONE E AMBIENTE

Fonte e foto: unesp.br

Raccomandato
Chi viene dal Minas Gerais, molto tempo fa, conosce la pianta ora-pro-nóbis. È comune vedere in Minas Gerais questa pianta nei cortili delle case e nelle recinzioni vive di siti e fattorie, oltre ad essere tipica della regione per usarla come cibo nelle case e nei ristoranti del Minas Gerais. In Minas, questa pianta è conosciuta come "bistecca povera" perché è un alimento economico, nutriente, proteico e conveniente. Mol
Sta arrivando il freddo , che in alcune regioni del Brasile non arriva nemmeno e, beh, non abbiamo sistemi di riscaldamento nella maggior parte delle case. A questo punto sarebbe molto interessante trovare una soluzione a basso costo per quando (e se) arriva l'inverno , giusto? E c'è un'idea molto interessante che potrebbe essere perfetta per noi.
Come sostituire il burro in cucina? Sostituire il burro nella preparazione di ricette dolci o salate potrebbe non essere così complicato come sembra ed è particolarmente benefico per la salute. Variare è sempre buono , indipendentemente dalla dieta che segue ciascuno. La margarina è, per definizione, un sostituto vegetale del burro , ma non è l'opzione migliore dal punto di vista della salute, anche nella sua versione non idrogenata. All
Attenzione al triclosan , un ingrediente antibatterico che troviamo spesso in prodotti per la cura della persona come saponi liquidi per le mani, saponi intimi e dentifrici. Triclosan può danneggiare il fegato e causare gravi danni, come la fibrosi epatica e il cancro. I potenziali pericoli di questa sostanza sono stati a lungo discussi e recentemente uno studio dell'Università della California e pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences conferma i sospetti danni.
Vi è una crescente evidenza che il riscaldamento globale, causato principalmente dall'attività umana, è dannoso per la vita nel suo insieme. Un recente studio pubblicato da Live Science ha dimostrato che il drammatico aumento delle temperature oceaniche sta influenzando irreversibilmente la vita marina alterando la tossicità dei molluschi. La
Vitamina E. Una sostanza dalle molte proprietà ed essenziale per il benessere del nostro corpo. È antiossidante (combatte i radicali liberi), dà forza al sistema immunitario e al flusso sanguigno, è un alleato della pelle ... E questi sono solo alcuni dei suoi numerosi benefici . Ma quali sono i possibili segni di carenza di vitamina E? Ve