Tutto Su Una Vita Sana!

Ricerca brasiliana: utilizzo della fluorescenza delle piante per diagnosticare e curare le malattie

È sempre interessante notare come i sondaggi possano trarre conclusioni inattese e grandiose per il futuro in cose che a malapena ci aspettiamo. Questo è il caso della ricerca condotta dall'Istituto di Chimica dell'Università di San Paolo ( IQ-USP ), che ha iniziato una ricerca che coinvolge petali di fiori fluorescenti pigmentati con beta-ammine, una classe di sostanze naturali colorate, presenti anche nei coleotteri beta ) e nella pianta conosciuta come primavera (genere Bougainvillea ). L'obiettivo è quello di utilizzare betalain per sviluppare metodi per la diagnosi e il trattamento di malattie come la malaria e il cancro.

Lo studio, pubblicato sulla rivista PLoS One, ha rivelato che il gruppo di ricercatori ha applicato BtC-120 a colture di eritrociti infettati da Plasmodium falciparum, un protozoo che causa la malaria . Sintetico - e non tossico - la betalina attraversava membrane diverse e si accumulava all'interno del parassita vivo, che diventava fluorescente .

I ricercatori ora cercano di identificare se BtC-120 può differenziare il parassita da altre cellule e altre malattie, con il cancro in vista.

La ricerca è ancora in corso, ma studi preliminari con il BtC-120 hanno dimostrato che è possibile utilizzare betalain artificiali per selezionare ed etichettare le cellule tumorali . Cioè, uno dei grandi problemi della scienza nella lotta contro il cancro, che è quello di creare un trattamento che attacca solo le cellule malate e mantenere intatto sano, potrebbe un giorno accadere con l'aiuto di betalones artificiali.

La ricerca è stata coordinata da Erick Leite Bastos, professore e ricercatore presso IQ-USP che è anche responsabile del progetto " Interazioni molecolari che coinvolgono betalesti ", che dovrebbe seguire l'anno del 2016. Bastos ha parlato con Agência Fapesp del primo progetto:

"La quantità di betalaisina nei petali di fiori fluorescenti, come ad esempio alle ore 11 ( Portulaca grandiflora ), è troppo piccola per rendere fattibile uno studio, così abbiamo estratto la betalaina - che dà il magenta alla barbabietola ed è abbondante in questo, ma non è fluorescente - e lo trasformiamo nel pigmento dei fiori. Questo processo è chiamato semi-sintesi o sintesi parziale. "

Poi è arrivato il momento di scoprire come la betaalina interagisce con le cellule animali viventi, spiega Bastos, "volevamo sapere se anche la betalaina dei fiori si accumulasse all'interno delle cellule animali, dato che sono state trovate all'interno della cellula vegetale. Tuttavia, incubando la sostanza con eritrociti umani (globuli rossi), una cellula molto semplice, non abbiamo osservato alcuna etichettatura. "

Lo studio ha rivelato che, poiché le proprietà della betalina nei fiori non si accumulano nella cellula del modello, il gruppo ha sviluppato un tipo di beta-alanina artificiale, chiamata betacumarina-120 (BtC-120), mantenendo il nucleo della sostanza naturale, ma questo accumulando all'interno di alcuni tipi di cellule.

"Ci sono differenze tra cellule tumorali e cellule sane che stiamo esplorando per creare composti fluorescenti che si accumulano solo nei tumori, facilitando la loro efficace rimozione chirurgica", ha detto Bastos.

Leggi anche: Fiore scheletro: il fiore che diventa trasparente quando piove

Fonte della foto: bastoslab.com

Raccomandato
La specie brasiliana di vespa Polybia paulista , che si trova comunemente nelle regioni di São Paulo e Minas Gerais, ha appena acquisito notorietà internazionale. Questo perché i ricercatori hanno scoperto che nel loro veleno c'è una tossina capace di distruggere le cellule tumorali . MP1 , come è stato chiamato la tossina, non influenza le cellule sane e quindi, secondo gli scienziati, potrebbe innescare una vera rivoluzione nel trattamento del cancro . Lo
Molti studi già confermano il danno che i coloranti alimentari - naturali e sintetici - fanno alla salute . Tutti sanno che la tintura rossa , che viene estratta dalla cocciniglia , un insetto che attacca le verdure, genera potenziali allergie perché è una proteina animale strana per il nostro corpo. L
Ogni anno torna alla ribalta del calendario della salute, e sempre più prove dimostrano quanto sia brutta una sigaretta. Tuttavia, le stime dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e del National Cancer Institute degli Stati Uniti prevedono circa 8 milioni di morti ogni anno entro il 2030. Secondo lo stesso studio, i costi del fumo in termini di produttività e salute pubblica rappresentano più di 1 trilione di dollari l'anno, cioè non è buono né individualmente né collettivamente. Per tu
Le cascate Dudhsagar sono cascate sul fiume Mandovi nella parte orientale di Goa, in India , al confine con lo stato di Carnataca. Si trovano a 60 km a sud est di Pangim, 46 km a est di Margão e 60 km a nord di Belgaum. La linea ferroviaria Margão-Belgaum passa sopra le cascate , il cui nome significa " mare di latte ".
L'avanzata della deforestazione nella cosiddetta Amazon legale ha raggiunto i 402 km² nel fatidico mese di settembre di quest'anno - il che significa un aumento del 290% rispetto a settembre 2013 - con 103 km² disboscati. Il disastro è stato identificato dal Deforestation Alert System (SAD), che è svolto dall'Istituto amazzonico per l'uomo e l'ambiente ( Imazon ), nella città settentrionale di Belém (PA). La p
Uno studio dal titolo "Il cervello si adatta alla disonestà" ( il cervello si adatta alla disonestà ) rivela che una mente è più incline a mentire in altri momenti. La ragione di ciò è che il cervello si adatta alle emozioni negative che la menzogna offre e tende a perdere il giudizio di valore di una disonestà, ammorbidendolo sempre di più. Lo stu