Tutto Su Una Vita Sana!

Ricerca brasiliana: utilizzo della fluorescenza delle piante per diagnosticare e curare le malattie

È sempre interessante notare come i sondaggi possano trarre conclusioni inattese e grandiose per il futuro in cose che a malapena ci aspettiamo. Questo è il caso della ricerca condotta dall'Istituto di Chimica dell'Università di San Paolo ( IQ-USP ), che ha iniziato una ricerca che coinvolge petali di fiori fluorescenti pigmentati con beta-ammine, una classe di sostanze naturali colorate, presenti anche nei coleotteri beta ) e nella pianta conosciuta come primavera (genere Bougainvillea ). L'obiettivo è quello di utilizzare betalain per sviluppare metodi per la diagnosi e il trattamento di malattie come la malaria e il cancro.

Lo studio, pubblicato sulla rivista PLoS One, ha rivelato che il gruppo di ricercatori ha applicato BtC-120 a colture di eritrociti infettati da Plasmodium falciparum, un protozoo che causa la malaria . Sintetico - e non tossico - la betalina attraversava membrane diverse e si accumulava all'interno del parassita vivo, che diventava fluorescente .

I ricercatori ora cercano di identificare se BtC-120 può differenziare il parassita da altre cellule e altre malattie, con il cancro in vista.

La ricerca è ancora in corso, ma studi preliminari con il BtC-120 hanno dimostrato che è possibile utilizzare betalain artificiali per selezionare ed etichettare le cellule tumorali . Cioè, uno dei grandi problemi della scienza nella lotta contro il cancro, che è quello di creare un trattamento che attacca solo le cellule malate e mantenere intatto sano, potrebbe un giorno accadere con l'aiuto di betalones artificiali.

La ricerca è stata coordinata da Erick Leite Bastos, professore e ricercatore presso IQ-USP che è anche responsabile del progetto " Interazioni molecolari che coinvolgono betalesti ", che dovrebbe seguire l'anno del 2016. Bastos ha parlato con Agência Fapesp del primo progetto:

"La quantità di betalaisina nei petali di fiori fluorescenti, come ad esempio alle ore 11 ( Portulaca grandiflora ), è troppo piccola per rendere fattibile uno studio, così abbiamo estratto la betalaina - che dà il magenta alla barbabietola ed è abbondante in questo, ma non è fluorescente - e lo trasformiamo nel pigmento dei fiori. Questo processo è chiamato semi-sintesi o sintesi parziale. "

Poi è arrivato il momento di scoprire come la betaalina interagisce con le cellule animali viventi, spiega Bastos, "volevamo sapere se anche la betalaina dei fiori si accumulasse all'interno delle cellule animali, dato che sono state trovate all'interno della cellula vegetale. Tuttavia, incubando la sostanza con eritrociti umani (globuli rossi), una cellula molto semplice, non abbiamo osservato alcuna etichettatura. "

Lo studio ha rivelato che, poiché le proprietà della betalina nei fiori non si accumulano nella cellula del modello, il gruppo ha sviluppato un tipo di beta-alanina artificiale, chiamata betacumarina-120 (BtC-120), mantenendo il nucleo della sostanza naturale, ma questo accumulando all'interno di alcuni tipi di cellule.

"Ci sono differenze tra cellule tumorali e cellule sane che stiamo esplorando per creare composti fluorescenti che si accumulano solo nei tumori, facilitando la loro efficace rimozione chirurgica", ha detto Bastos.

Leggi anche: Fiore scheletro: il fiore che diventa trasparente quando piove

Fonte della foto: bastoslab.com

Raccomandato
È molto bello quando cominciano a emergere studi scientifici che possono dimostrare perché una pianta funziona così bene nella medicina popolare - oggi è il caso del rosmarino. Abbiamo già parlato abbastanza dei buoni effetti del rosmarino per migliorare la memoria. Abbiamo anche parlato delle sue altre qualità medicinali. Parl
Si parla molto delle diete che aiutano il corpo a raggiungere determinati risultati (di solito perdita di peso o aumento della massa muscolare), tuttavia, la verità è che la parola dieta ha ancora una connotazione associata a una restrizione alimentare, che non necessariamente ha per essere vero Una delle diete più complete oggi è la dieta ortomolecolare, ma la maggior parte delle persone non ne è consapevole e non sa nemmeno quanto possa essere benefico per il tuo corpo e quindi per la tua salute. In
Il paté è una ricetta super semplice , deliziosa e versatile che può essere fatta con vari ingredienti per variare il sapore. E soprattutto le olive, indipendentemente dal fatto che siano verdi o neri, hanno successo come input a pranzo oa cena, come spuntino o aperitivo. Fa piacere a tutti, vegetariani, onnivori e persino vegani! D
Quando parliamo di piante che si propagano per talea, pezzi di rami, c'è sempre il dubbio su quale tipo di vogatore usare. Qui vi presenterò 2 semplici ricette per preparare un liquido naturale , fatto in casa e pieno di fitonutrienti. 1 ° Ricetta - Rooter fatto di tiririca Questo è fatto da patate red snapper . Ti
Il 28 luglio si celebra la Giornata mondiale contro l'epatite . Varie azioni preventive e informative sono state condotte ieri in molte città del paese. Il Giorno per combattere l'epatite virale è stato istituito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel 2010 con l'obiettivo di dare maggiore visibilità alle malattie causate dai virus B e C. Se
I quarant'anni nella donna sono una fase difficile. Cominciano i problemi premenopausali , le deregolamentazioni ormonali che precedono, entro 10 anni o più, il cambiamento ormonale nel corpo femminile, che non è più adeguato per generare un bambino. Questa è una fase della vita in cui noi donne ci troviamo molto stanche , il che non può essere spiegato perché. È an