Tutto Su Una Vita Sana!

I ricercatori avvertono dei pericoli delle salviette per neonati

Niente preoccupa madri, padri e operatori sanitari più della salute del bambino. Quando insorgono casi di irritazione, prurito ed eruzioni cutanee, la soluzione è quasi sempre quella di cercare di risolvere il problema mediante l'eliminazione. È stato proprio analizzando situazioni di questo genere che i ricercatori della Scuola di Medicina dell'Università del Connecticut hanno scoperto che la causa di queste reazioni potrebbe essere nelle salviette umidificate usate per l'igiene dei bambini.

Nei casi più frequenti, è comune attribuire rash o prurito alla tossicità del sangue e alla mancanza di efficienza degli organi dei bambini nell'eliminazione delle tossine.

Inoltre, le reazioni allergiche ad una vasta gamma di elementi possono anche essere causa di lesioni cutanee, infiammazioni e arrossamenti, quindi la difficoltà nel notare la necessità di un'analisi così specifica.

Lo studio del Connecticut ha esaminato sei eruzioni cutanee che hanno insistito per rimanere nei bambini anche dopo i trattamenti di eliminazione standard. Uno dei ricercatori, Dr. Mary Wu Chang, ha registrato il primo caso quando ha guardato una bambina di 8 anni che aveva irritazione e rossore esasperato intorno alle labbra e anche sui glutei.

Anche se fosse stato fatto un trattamento convenzionale con steroidi e antibiotici, i sintomi sono sempre riapparsi . Non appena è stata analizzata la storia medica della ragazza, Chang ha preso in considerazione la possibilità di eruzioni cutanee causate da salviettine usate su di lei.

Con i test eseguiti, Dr. Chang fu in grado di rendersi conto che le reazioni erano causate dall'elemento metilisotiazolinone, un tipo di conservante trovato in vari prodotti nell'industria cosmetica. Queste reazioni sono state notate scientificamente quando Chang ha testato se il corpo della ragazza era allergico al metilisotiazolinone. In questo caso, non appena il contatto con la sostanza è cessato, anche le eruzioni sono scomparse.

Dopo il primo caso, la Dott.ssa Mary Wu Chang è stata in grado di rilevare le stesse reazioni allergiche in altri cinque bambini che sono apparsi con i genitori con la stessa lamentela. Non appena i bambini non erano più esposti alla sostanza metilisotiazolinone, i sintomi dell'eruzione cutanea scomparivano. "Penso che questo potrebbe essere più comune di quanto si pensi", dice Chang riguardo alla reazione di bambini e persone all'elemento.

I risultati sono anche rafforzati dal dott. Robin Gehris, MD, professore associato e capo del dipartimento pediatrico presso l' Università di Pittsburgh Medical Center .

"Penso che questo sia un problema molto importante, ma quando dici a un paziente che non dovresti usare salviettine umidificate ti guardano come se avessimo due teste. È difficile per le persone accettare che qualcosa chiamato ipoallergenico possa causare problemi a causa di una sostanza ".

Gehris sottolinea inoltre che l'industria cosmetica ha aumentato l'uso di metilisotiazolinone di almeno 25 volte negli ultimi anni . Oltre alle salviette per neonati, questa sostanza si trova nel trucco, shampoo, lozioni e così via, quindi è necessario prestare molta attenzione.

Le raccomandazioni sono così da essere sempre attenti agli elementi presenti in ciascuno dei prodotti che acquisiremo. Se notiamo la presenza di metilisotiazolinone, il prodotto non deve essere acquistato. Sebbene l'uso di una salvietta sia molto pratico, soprattutto quando è lontano da casa, si consiglia vivamente di utilizzare una salvietta normale inumidita con acqua per evitare l'uso di conservanti come il metilisotiazolinone.

Ad oggi, è noto che il corpo di diversi bambini ha rifiutato il contatto con questi conservanti e vari altri prodotti chimici imposti dall'industria. Pertanto, è fondamentale che i prodotti biologici siano utilizzati senza aggiunte chimiche che potrebbero danneggiare la salute del bambino, garantendo così una crescita e uno sviluppo sani.

Maggiori informazioni sui prodotti tossici:

JOHNSON & JOHNSON PAGA $ 72 MI PER CONNESSIONE TRA PARALCO E CANCRO OVARICO

MENO MAKE-UP, MENO CREMA, MENO COSMETICI AI NOSTRI BAMBINI

POLVERI DOMESTICHE: CONOSCETE LE SOSTANZE TOSSICHE CHE RESPIRIAMO OGNI GIORNO

Raccomandato
Leccare, oscillare, sedersi qui, stare lì e gli amati snack che rendono la follia dei nostri animali domestici . Abbiamo precedentemente scritto sull'alimentazione domestica per sostituire il mangime che diamo ai nostri cani . Cogliamo l'occasione per presentarvi una ricetta fatta in casa per sostituire il biscotto industriale con biscotti super nutrienti fatti in casa che possono essere offerti ai cani .
Se non abbiamo mai visto una persona avere un attacco di panico , come possiamo aiutarli? In questa materia, impareremo a riconoscere i sintomi dell'attacco di panico in modo da poter affrontare meglio questa situazione. Era davvero un attacco di panico? Come sapere? È comune per le persone con attacchi di panico avere paure ancora e ancora per alcuni minuti.
Come dare nuova vita alle scatole di fiammiferi usate ? Questa è l' idea più dolce e originale possibile : creare note d'amore e di amicizia in un mondo dominato da WhatsApp, SMS, FB e simili. Se hai qualcuno che ti piace davvero o qualcuno che ti piacerebbe inviare un messaggio di saluto (ora che il Natale sta arrivando, questa è più di una grande idea ); o semplicemente per rendere una persona felice, questo è un regalo davvero unico . Ciò
I contadini conoscono e usano la Luna e la sua influenza sui raccolti, sulla raccolta e sulla cura delle piante e dei loro frutti. Vedi qui, in ogni fase lunare, cosa dovresti e non dovresti fare nel tuo giardino e trarre vantaggio da questo aiuto extra che è la nostra luna bianca che rotea nel cielo.
L'US Environmental Protection Agency (EPA) ha annunciato oggi il Clean Power Plan, con l'obiettivo che entro il 2030 le centrali termoelettriche del Paese ridurranno il 30 percento delle emissioni di carbonio e altri gas a effetto serra . Gli Stati Uniti sono il secondo paese ad emettere più gas serra nel mondo, con il settore della produzione di energia che rappresenta oltre il 40% delle emissioni di biossido di carbonio.
Vivere vicino al parco eolico non è pericoloso per la salute . Ciò è confermato dal Massachusetts Institute of Technology: MIT in un sondaggio che ha preso in considerazione numerosi casi studio sia in America che in Europa per valutare l' impatto del rumore sulla qualità della vita delle persone che vivono vicino a parchi eolici . Pe