Tutto Su Una Vita Sana!

Sesso, droga o rock'n roll? Per il cervello fa così tanto, dice la ricerca

Il sesso, la droga e la formula del rock and roll sono in circolazione da generazioni sin dagli anni 60. Varie esperienze musicali e psicotropiche hanno alimentato l'ondata di libertà sessuale che è diventata il simbolo del festival di Woodstock.

È scientificamente noto che molte sostanze chimiche sono piacevoli, il che aumenta al suono del buon vecchio e del rock'n roll. Ma, secondo la ricerca pubblicata sulla rivista Nature, le stesse sostanze chimiche che forniscono il piacere generato dal sesso, dalle droghe ricreative e dal cibo sono attivate nel cervello dalla musica.

Lo studio, condotto dalla McGill University di Montreal, in Canada, senza preavviso, ha scoperto che il sistema cerebrale chiamato oppiaceo interferisce con le aree del cervello attivate con stimoli piacevoli . Daniel Levitin, uno degli autori della ricerca, afferma che "questa è la prima prova che gli oppioidi del cervello sono direttamente implicati nel piacere musicale".

Il levitin era stato il cervello a mappare le aree attivate dalla musica, ma non era ancora stato in grado di dimostrare che gli oppioidi erano responsabili del piacere.

Il piacere di ascoltare la musica preferita

Secondo UOL, gli scienziati hanno fatto il seguente esperimento: selettivamente e temporaneamente bloccati gli oppioidi utilizzando naltrexone, un farmaco con prescrizione medica in trattamenti per la tossicodipendenza. Hanno misurato le reazioni dei 17 partecipanti all'esperimento agli stimoli musicali, tra cui le loro canzoni preferite.

Attraverso questo controllo, i ricercatori hanno identificato che le canzoni preferite dei partecipanti non sono riuscite a generare sensazioni piacevoli, confermando l'ipotesi iniziale della squadra. "Le conclusioni hanno risposto alle nostre ipotesi, ma i ricordi, le impressioni che i partecipanti hanno condiviso con noi dopo l'esperimento erano affascinanti", spiega Levitin.

Uno dei partecipanti ha detto di aver capito di conoscere la sua musica preferita, ma che non gli ha dato alcuna emozione, che aveva completamente perso il significato per lui.

La ricerca può aiutare nei casi di dipendenza chimica

Il fatto che la musica influenzi il nostro stato emotivo può essere un segnale di origine evolutiva, quindi "queste nuove scoperte presentano più prove sulla base biologica evolutiva della musica", dice Levitin.

Un altro contributo della ricerca potrebbe essere quello di aiutare nei casi di dipendenza chimica, dal momento che attività come il sesso, giocare a carte, consumare alcol e altre sostanze possono causare dipendenza chimica e danneggiare la vita di molte persone.

Pertanto, gli studi sull'origine neurochimica del piacere sono essenziali per la neuroscienza in generale, che incontra molti problemi nell'esecuzione di test sugli esseri umani, dal momento che esiste un codice etico da rispettare negli esperimenti, oltre ai limiti tecnologici.

Tanto che Levitin sottolinea che questo è stato lo "studio più difficile e complicato in 20 anni di ricerca".

Etica nella ricerca

I partecipanti alla ricerca devono essere sicuri che non avranno un effetto collaterale dannoso da un farmaco che viene loro prescritto senza averne bisogno. I 17 partecipanti allo studio hanno eseguito esami del sangue un anno prima dell'esperimento per certificare che non avevano condizioni che potrebbero essere aggravate dal consumo di droghe.

È importante che le indagini prendano l'etica in modo molto rigoroso nei loro esperimenti. Sebbene siamo ansiosi per le scoperte che possono portare benefici a molti mali, tali limiti sono estremamente importanti per la conservazione della nostra specie e la nostra libertà in quanto individui.

Particolarmente adatto a te:

QUAL È LA MUSICA PIÙ FANTASTICA DI TUTTI I TEMPI?

FARMACI LICITI FARMACI ILLECITI: COSA RENDE MENO MALE?

IL FRUMENTO CONTIENE SOSTANZE COSÌ NOCIVE COME ALCUNI FARMACI

Raccomandato
Le erbe infestanti non sono necessariamente malvagie: alcune sono anche commestibili, medicinali e talvolta possono aiutarci a capire come è il terreno dove crescono. Basta sapere come "leggere" ciò che ci dicono senza eliminarli immediatamente. Per quanto irritanti e talvolta invasive, possono essere spie di salute del suolo dove crescono le piante che desideriamo, e quindi aiutarci a difendere ciò che stiamo coltivando. L
Hai mai immaginato che un grande fiume potesse improvvisamente, in soli 4 giorni, svanire, asciugare, scomparire ? Sì, è possibile ed è successo, alla fine del 2016, con un grande fiume canadese, il fiume Slims , alimentato dal ghiacciaio Kaskawulsh, uno dei più grandi ghiacciai del fiume Yukon in Alaska. La
Anche se sta diventando sempre più comune, molte persone ancora non conoscono i benefici del sale rosa dell'Himalaya . Un sale millenario, ricco di proprietà benefiche per il corpo , può essere usato per sostituire il sale comune nella nostra dieta quotidiana. Ma cosa succede ai nostri corpi se mangiamo sale rosa dell'Himalaya invece di sale normale? Q
Secondo IBGE, l'Istituto brasiliano di geografia e statistica, il Brasile ha perso circa il 9, 5% delle foreste tra il 2000 e il 2014. Ciò è dovuto in gran parte all'aumento delle aree agricole e dei pascoli. La nuova piattaforma digitale IBGE consente l'accesso e il monitoraggio dei cambiamenti che si sono verificati nella vegetazione nativa, a causa dell'occupazione e delle attività agricole, in tutto il territorio brasiliano. I
Pensaci, quanto spesso fai la domanda "come stai?" semplicemente dici "Sono stanco"? E quante volte chiedi e rispondi allo stesso? Sì, questo ragazzo stanco è molto comune e comprensibile. Abbiamo sempre migliaia di faccende e noi corriamo sempre avanti e indietro. Una SPA, una vacanza, più ore di sonno e meno stress sul lavoro non nuocerebbero a nessuno, ma essere sempre stanco è perfino strano, specialmente quando, anche dopo le vacanze, anche dopo una buona notte di sonno, anche dopo una giornata tranquilla a lavoro, ci sentiamo ancora stanchi. St
Stanchezza e mancanza di concentrazione ? Bere un caffè e fare un sonnellino di 20 minuti subito dopo averlo bevuto può aiutarti a recuperare le energie . Concludo quindi alcuni studi recenti che hanno combinato il riposo con il caffè . Secondo i ricercatori , questa combinazione aiuta a migliorare la vigilanza e l'attenzione . È