Tutto Su Una Vita Sana!

Shell ha rinunciato ad esplorare il petrolio nell'Artico - fino a quando?


Questa è una grande notizia per l' ambiente polare artico, per gli orsi bianchi, per gli inuit che vivono lì, per le creature marine, per la conservazione delle calotte polari.

Ma dove va Shell? Questa domanda è preoccupante, sempre!

E quando lascerai i depositi artici liberi dallo sfruttamento?

Lunedì, Shell, una multinazionale anglo-olandese, capitale mondiale, ha avvertito il mondo che aveva rinunciato all'esplorazione di gas e petrolio in una zona benestante dell'Alaska . Ha affermato che le quantità esistenti non sono sufficienti per il suo sfruttamento commerciale. Cioè, che il progetto è troppo costoso, profitti, pochi, meno.

È così?

Potrebbe essere, perché una società che cerca profitto non lascerà la sfida ambientalista che sta prendendo di mira il mondo esterno.

La perforazione di conchiglia ha raggiunto circa 2070 metri di profondità in un pozzo nel bacino di Burger J nel mare di Chukchi a 240 km da Barrow in Alaska . Il bacino Burger J, che è grande come metà del Golfo del Messico, è considerato da Shell di importanza strategica per gli Stati Uniti e l'Alaska, quindi, nonostante l'attuale abbandono della sua esplorazione, si presume che in futuro sarà di interesse per la multinazionale.

L'interesse per l'esplorazione petrolifera artica è supportato dagli studi del Geological Survey degli Stati Uniti, che valuta l'esistenza del 13% delle riserve petrolifere inesplorate nel mondo e del 30% delle riserve di gas naturale. Pertanto, nonostante gli alti costi e le difficoltà, non è da disdegnare un sistema il cui obiettivo è lo sfruttamento totale di questa risorsa naturale non rinnovabile.

Tuttavia, l'uso di petrolio nell'Artico è stato per anni oggetto di opposizione da parte delle organizzazioni ambientaliste che ritengono che il danno ambientale in caso di una possibile fuoriuscita di petrolio sarà molto difficile da recuperare in quanto gli idrocarburi sversati saranno intrappolati sotto cappuccio polare, dove è impossibile fare la sua pulizia e degradazione.

Leggi anche:

GUSCIO PAGA € 70 MILIONI DI PESCATORI PER PERDITE DI PETROLIO NEL DELTA DEL NIGER

LEGO E SHELL: UNA PARTNERSHIP CHE NON È GIOCATTOLO

Raccomandato
Martedì scorso è stato pubblicato un documento che indica come collegare lo sviluppo economico a basse emissioni di carbonio . Con la paternità della Commissione globale per l'economia e il clima - composta da Colombia, Etiopia, Indonesia, Regno Unito, Norvegia, Svezia e Corea del Sud - il rapporto si chiama The New Climate Economy . U
A Natale, c'è un personaggio che viene alla ribalta in film, pubblicità, stampe, giocattoli e non è Babbo Natale. Questo simpatico personaggio è la renna, che porta il buon vecchio ovunque nella sua missione di consegnare regali in tutto il mondo. La renna ( Rangifer tarandus ) è un cervo dai capelli grandi che ha le corna. L&#
Il colosso alimentare svizzero Nestlé , che è già stato segnalato come una società coinvolta in denunce sulla pratica dello sfruttamento del lavoro minorile nel raccolto di cacao; è ora il perno di un nuovo caso controverso: il modo in cui ha esplorato il parco di São Lourenço , situato nello stato del Minas Gerais. Quest
Maschere per il viso con frutta , yogurt e argilla sono perfette per prendersi cura delicatamente della pelle, senza bisogno di ricorrere a cosmetici chimici. Con una semplice maschera facciale, puoi concederti qualche minuto di relax . La tua pelle apparirà immediatamente più luminosa. Ecco quattro ricette per farsi maschere facciali con ingredienti naturali.
Anche se poche persone ricordano, il Brasile ha un piano , dal 2013, che fissa obiettivi per l'accesso universale alle strutture igienico - sanitarie di base : Plansab - Piano nazionale per l'igiene di base. Poiché le azioni del governo nell'area stanno prendendo passi molto lenti, il paese dovrà investire circa 275 miliardi di R $ entro il 2033 .
Una petizione sta circolando su internet per fare pressioni sulla città di Belo Horizonte (MG) per vietare il trasporto di animali nelle strade della città. Il documento sostiene che l' uso di animali come mezzo di trasporto nei centri urbani è il riflesso di una società arcaica e della non applicazione dei diritti degli animali, in vigore in Brasile, dall'art. 22