Tutto Su Una Vita Sana!

Un bagno che non usa l'acqua

James Young è il fondatore di Woo Woo Toilets, un'azienda inglese che vende e installa servizi igienici Kazuba , servizi igienici a secco per l'installazione in aree senza accesso alla rete fognaria .

Sono bagni con meccanismi di disidratazione e evaporazione, un po 'diversi dai servizi igienici a base di compostaggio, già più noti. Il sistema non richiede acqua o elettricità : ha una presa d'aria, che sembra un camino, in cui le pale girate dal vento catturano l'aria nella camera. L'aria entra nel vaso, rendendo così il bagno, se ben utilizzato, non ha cattivi odori. Il calore del sole riscalda anche l'unità, accelerando il flusso d'aria, che passa attraverso i rifiuti ed esce in cima.

I solidi vengono raccolti in una nave, da cui i liquidi vengono scaricati nella parte inferiore. Il fondo del sistema è impermeabile, non permettendo la penetrazione di liquidi nel terreno. Il flusso d'aria passa anche attraverso questa parte inferiore del sistema, dove evapora i liquidi.

È anche un po 'sorprendente come funzioni il sistema - non è così intuitivo che solo il flusso d'aria proveniente dal vento, oltre a ciò che è causato dal riscaldamento dell'aria dalla luce del sole sarebbe sufficiente a disidratare completamente i rifiuti.

Una delle preoccupazioni dei suoi sviluppatori, oltre ai vantaggi ambientali, è rendere i loro bagni completamente accessibili a sedie a rotelle, anziani, bambini e persone con mobilità ridotta in generale .

Il risultato del trattamento dei rifiuti è un materiale neutro, innocuo e inodore, che può anche essere compostato per uso generale (non per il verde).

I creatori spiegano: i rifiuti umani sono composti principalmente di acqua. Nonostante il fatto che un essere umano produca in media circa mezzo tonnellata di rifiuti all'anno, il materiale solido dopo la disidratazione dei rifiuti è di soli 25 kg.

Questo è il grande vantaggio del sistema Kazuba rispetto ai tradizionali bagni a secco: richiede molto meno manutenzione.

Nei servizi igienici a secco tradizionali è necessario aggiungere segatura, paglia o fibra di cocco per facilitare la decomposizione aerobica, assorbire i liquidi e ridurre gli odori. Questa aggiunta, infatti, aumenta il volume di rifiuti, rendendo il sistema richiede più manutenzione. Il sistema britannico promuove anche la decomposizione aerobica, ma riduce il volume dei rifiuti fino al 90% attraverso l'evaporazione dei liquidi e la disidratazione dei solidi che compongono i rifiuti.

La necessità di mantenere i bagni di Kazuba e la raccolta di materiale disidratato dipende dall'intensità del loro uso, ma i loro creatori stimano che, per uso normale, la periodicità può essere compresa tra una volta ogni sei mesi, un anno o anche una volta ogni due anni.

Il sistema ha anche vantaggi rispetto ai bagni chimici, che richiedono molta più manutenzione, oltre ad essere un'alternativa ecologica.


Articoli Interessanti
Raccomandato